Bothriechis aurifer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bothriechis aurifer
Yellow-Blotched Palm-Pitviper.jpg
Bothriechis aurifer
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Serpentes
Famiglia Viperidae
Sottofamiglia Crotalinae
Genere Bothriechis
Specie B. aurifer
Nomenclatura binomiale
Bothriechis aurifer
(Salvin, 1860)

Bothriechis aurifer (Salvin, 1860) è un serpente velenoso appartenente alla sottofamiglia Crotalinae diffuso in America centrale[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

In età adulta la maggior parte degli esemplari raggiunge una lunghezza di circa 70 centimetri; in alcuni casi possono superare i 100 centimetri.[senza fonte] Il corpo è piuttosto magro ed è dotato di una coda prensile. Su tutti e due i lati della testa ha scaglie loreali, situate in corrispondenza dell'occhio e del naso (parti preoculari e postnasali), che utilizza per emettere raggi infrarossi.[senza fonte] Possiede da 1 a 5 scaglie intersopraoculari, da 8 a 12 scaglie superlabiali, da 9 a 13 scaglie infralabiali e da 18 a 21 (in media 19) filiari di scaglie dorsali. Nei maschi si contano tra le 148 e le 167 scaglie ventrali e da 58 a 54 subcaudali (per la maggior parte non divise), mentre le femmine hanno tra le 152 e le 162 scaglie ventrali e da 48 a 61 subcaudali.[senza fonte]

Il colore principale della vipera Bothriechis aurifer è il verde, ricoperto sul dorso da macchie gialle delimitate da un contorno nero. Tra le macchie è possibile vedere una riga dorsale irregolare. Il ventre è di un colore verde tendente al giallo, leggermente più chiaro rispetto al dorso. La testa ha una striscia postoculare scura. L'iride è generalmente di colore verde tendente al giallo, qualche volta è bronzeo, con screziature nere. Più del 90% degli esemplari appartenenti a questa specie hanno il dorso scuro, solo alcuni sono completamente verdi senza righe postoculari. Gli esemplari più giovani sono caratterizzati da un colore verde pallido e la punta della coda colorata.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

È una specie che vive di giorno e generalmente sugli alberi, sebbene possa essere incontrata anche sul suolo e tra la bassa vegetazione. Diventa aggressiva solo nel momento in cui viene disturbata, altrimenti resta tranquilla.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre principalmente di rane, lucertole e occasionalmente di piccoli roditori o uccelli.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Bothriechis aurifer è ovoviviparo, ovvero le uova non hanno bisogno di essere covate esternamente ma si schiudono già nel corpo della madre, che dà così alla luce in media tra i 5 e gli 8 piccoli.[senza fonte]

Veleno[modifica | modifica wikitesto]

Il veleno di Bothriechis aurifer contiene emotossina; le conseguenze dei morsi di questa vipera sono state mortali per alcune vittime.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È possibile incontrare questa specie in Messico, sulle montagne del Chiapas, e nel nord del Guatemala.[1] In Guatemala si trova nella regione della Sierra de las Minas (Monti delle Minas) e della Sierra de Chuacús (Monti Chuacús). La località prediletta è Cobán, situata presso Vera Paz, in Guatemala.[senza fonte]

Il suo habitat naturale sono le foreste nubolose, a un'altitudine di 1200-2300 metri sopra il livello del mare. Si possono trovare anche nei boschi subtropicali umidi nei pressi di corsi d'acqua.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Campbell J.A. & Muñoz-Alonso A. 2007, Bothriechis aurifer, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.1, IUCN, 2017.
  2. ^ Bothriechis aurifer, in The Reptile Database. URL consultato il 13 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili