Botanic Gardens Conservation International

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Botanic Gardens Conservation International nasce nel 1987 come organo ancillare dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura e rappresenta più di 700 membri, soprattutto orti e giardini botanici di 118 paesi.[1]

È un'associazione benefica (charity) con sede a Londra, ed è supportata sia dai Kew Gardens che dal Giardino botanico reale di Edimburgo.
Il Patrono del B.G.C.I. è Carlo, principe di Galles.

L'associazione ha progetti attivi in diversi paesi, ma opera soprattutto in Argentina, Cina, Giappone, Medioriente, Nord America e Russia.

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione si impegna per lo sviluppo della Global Strategy for Plant Conservation a livello sia globale che locale, secondo quanto stabilito dalla Convenzione sulla diversità biologica nel 2002, e sta cercando di costruire la più grande rete mondiale per la conservazione delle piante. Per questi scopi coordina e promuove le attività degli orti botanici membri.

Elenco dei membri italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BGCI Mission statement

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica