Boris Vsevolodovič Petrušanskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Boris Petrushansky)
Jump to navigation Jump to search

Boris Vsevolodovič Petrušanskij, noto come Boris Petrushansky nella traslitterazione anglosassone (Mosca, 03 giugno 1949), è un pianista russo naturalizzato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ultimo allievo a Mosca di Heinrich Neuhaus, si è imposto all'attenzione internazionale con la vittoria al Concorso pianistico Casagrande di Terni.

A seguito di questo evento ebbe la possibilità di suonare presso diverse associazioni di concerti di rinomanza internazionale come il Festival dei due Mondi di Spoleto, il Maggio Musicale Fiorentino, il Festival pianistico internazionale "Arturo Benedetti Michelangeli" ed altri ancora.

Nel corso della sua carriera ha poi suonato con importanti orchestre quali l'Orchestra filarmonica di San Pietroburgo, la Staatskapelle di Berlino, l'Orchestra filarmonica di Mosca e numerose altre.

Ha collaborato con grandi direttori d'orchestra come Valery Gergiev e Roberto Abbado e suonato con famosi solisti come i violinisti Leonid Kogan e Igor Oistrakh, il violoncellista Mischa Maisky e il soprano Cecilia Gasdia solo per citarne alcuni.

Nel corso della sua carriera ha realizzato numerose incisioni per le etichette discografiche Melodia (Russia), Art & Electronics (Russia-USA), Symposium (Inghilterra), Fone`, Dynamic, Stradivarius ed Agora (Italia).

Dopo la dissoluzione dell'U.R.S.S. si è stabilito in Italia e dal 1990 è docente presso l'Accademia pianistica internazionale "Incontri col Maestro" di Imola. Tra i suoi allievi, Ingrid Fliter, Olga Kern, Domenico Piccichè, Michael Lifits, Sofya Gulyak, Federico Colli.

Premi (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Anno Concorso Premio Ex aequo con... Primo premio
1969 Regno Unito III Concorso pianistico internazionale di Leeds 4º premio Romania Radu Lupu
1975 Italia X Concorso pianistico Alessandro Casagrande, Terni Primo premio

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN261617165 · ISNI (EN0000 0003 8157 7479 · Europeana agent/base/24169 · LCCN (ENn86871756 · GND (DE132437813 · WorldCat Identities (ENlccn-n86871756