Borgo Vittorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vista della parte settentrionale del rione Borgo da Castel Sant'Angelo

Borgo Vittorio è una strada che collega largo di Porta Castello e via di Porta Angelica, a Roma, nel rione Borgo[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La via fu istituita da papa Pio IV, ma fu Pio V a completarne i lavori. La strada fu intitolata Vittorio, in onore della vittoria riportata contro i turchi a Lepanto (7 ottobre 1571).

Dal momento che conduce alla Civitas Leonina, il borgo fu chiamato anche borgo Leonino.

Sulla facciata di una casa sita nel borgo, un tempo si notava una pittura ad encausto raffigurante i santi patroni dell'Urbe, Pietro e Paolo, con il Santissimo Sacramento in mezzo e un'iscrizione recante i nomi della proprietà.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma A.svg È raggiungibile dalla stazione Ottaviano.


Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Rendina, Donatella Paradisi, Le strade di Roma. Volume terzo P-Z, Roma, Newton Compton Editori, 2004, ISBN 88-541-0210-5.
Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma