Boothbay Harbor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Boothbay Harbor (Maine))
Boothbay Harbor
Comune
Boothbay Harbor, una mattina estiva con la bassa marea
Boothbay Harbor, una mattina estiva con la bassa marea
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of Maine.svg Maine
Contea Lincoln
Territorio
Coordinate 43°51′07″N 69°38′17″W / 43.851944°N 69.638056°W43.851944; -69.638056 (Boothbay Harbor)Coordinate: 43°51′07″N 69°38′17″W / 43.851944°N 69.638056°W43.851944; -69.638056 (Boothbay Harbor)
Superficie 23,88 km²
Abitanti 2 165 (2010)
Densità 90,66 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC-5
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Boothbay Harbor
Boothbay Harbor

Boothbay Harbor è un comune statunitense sito nello stato del Maine, contea di Lincoln. Si trova su una penisola nel golfo del Maine, parte dell'Oceano Atlantico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area su cui si trova faceva parte di Cape Newagen, ove gl'inglesi avevano stabilito originariamente un campo estivo per la pesca. Nel 1666 Henry Curtis acquistò il terreno dal sachem Mowhotiwormet, noto come Capo Robinhood, che viveva ove oggi si trova oggi la cittadina di Woolwich. L'insediamento di Curtis fu attaccato e incendiato nel corso della guerra di Re Guglielmo e rimase abbandonato per 40 anni.[1]

Nel 1730 il colonnello David Dunbar, sovrintendente del Governatore dei territori di Sagadahock, fondò un'altra città, che chiamò Townsend dal visconte di Townshend. Nonostante le depredazioni avvenute durante le guerre Franco-Indiane e le spoliazioni occorse durante la Rivoluzione americana da parte dei marinai britannici, l'insediamento ebbe successo, grazie soprattutto all'ampio, profondo e ben protetto porto. Durante la spedizione di Penobscot, nel 1779, Townsend divenne un punto d'incontro per la flotta navale americana prima del disastroso scontro con quella britannica a Castine.[2]

Rinominata Boothbay nel 1842, il suo porto continuò a fungere da centro di pesca. Durante il cattivo tempo, esso poteva ospitare da 400 a 500 imbarcazioni, spesso Friendship Sloop in cerca di riparo. Nel 1881 vi erano società di pesca e di produzione di olio di pesce, due cantieri a piano inclinato per la riparazione d'imbarcazioni, una fabbrica di fertilizzanti ed una d'inscatolamento di crostacei. Il 16 febbraio 1889 la comunità del porto venne separate da Boothbay e riconosciuta come comune autonomo di Boothbay Harbor.[3]

Il cantiere di Frank L. Sample a Boothbay Harbor fabbricava dragamine durante la seconda guerra mondiale e negli anni cinquanta.[4]

Ogni estate Boothbay Harbor accoglie frotte di turisti; le sue attrattive includono un acquario, gallerie d'arte, ristoranti, giri in battello alle isole della costa e il whale watching (osservazione delle balene).

Persone legate a Boothbay Harbour[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Austin J. Coolidge, John B. Mansfield, A History and Description of New England, Boston, Massachusetts, 1859, pp. 59–60.
  2. ^ George J. Varney, Gazetteer of the state of Maine. Boothbay (Boston), Russell, 1886.
  3. ^ Maine League of Historical Societies and Museums, Maine: A Guide 'Down East', a cura di Doris A. Isaacson, Rockland, Me, Courier-Gazette, Inc., 1970, p. 325.
  4. ^ U.S.Navy Activities World War II by State, U.S. Naval Historical Center. URL consultato il 2012-03-07.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America