Bompensiere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bompensiere
comune
Bompensiere – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
ProvinciaProvincia di Caltanissetta-Stemma.png Caltanissetta
Amministrazione
SindacoConsiglio comunale sciolto dal 21/04/2018
Data di istituzione1911
Territorio
Coordinate37°28′N 13°47′E / 37.466667°N 13.783333°E37.466667; 13.783333 (Bompensiere)Coordinate: 37°28′N 13°47′E / 37.466667°N 13.783333°E37.466667; 13.783333 (Bompensiere)
Altitudine283 m s.l.m.
Superficie19,95 km²
Abitanti542[1] (31-10-2018)
Densità27,17 ab./km²
Comuni confinantiMilena, Montedoro, Mussomeli, Racalmuto (AG), Sutera
Altre informazioni
Cod. postale93010
Prefisso0934
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT085002
Cod. catastaleA957
TargaCL
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona C, 1 090 GG[2]
Nome abitantibompensierini o nadurisi
Patronosantissimo Crocifisso
Giorno festivoquarta domenica di settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bompensiere
Bompensiere
Bompensiere – Mappa
Posizione del comune di Bompensiere nella provincia di Caltanisseta
Sito istituzionale

Bompensiere (Naduri in siciliano) è un comune italiano di 542 abitanti[1] abitanti del libero consorzio comunale di Caltanissetta in Sicilia.

È il comune meno popoloso del consorzio.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale è disposto quasi al centro della Sicilia, in un'area collinare la cui altezza media sul livello del mare è di 290 metri. Si estende su un versante del monte Marrobio allungandosi da sud-est a nord-ovest per circa un chilometro.

L'abitato è disposto lungo un'unica via principale sui cui lati si articolano le case, quasi uniformemente distribuite. Il punto più basso del centro abitato si trova a nord-ovest, ad una quota altimetrica di circa 270 metri sul livello del mare (Piana Giarre); il punto più alto si trova a sud-est ad una quota di circa 320 metri sul livello del mare (Contrada Portella).

È attraversato dal fiume Gallo d'Oro che delimita il confine con il territorio di Mussomeli, dal torrente Nadure che delimita il confine con il territorio di Milena e dal torrente Salito che in parte delimita il territorio con quello del comune di Montedoro e in parte attraversa quello di Bompensiere.

Tutto il territorio ha un'estensione di 19,74 km2.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'insediamento abitativo nacque intorno al 1627 quando i contadini che lavoravano le terre di quella zona e venivano da i paesi limitrofi vi si stabilirono definitivamente. La nascita ufficiale del comune di Bompensiere è considerata il 2 maggio del 1628 quando don Ottavio Lanza ottenne dal viceré Francesco Fernandez de la Curva la "licenza populandi" ovvero la licenza di poter edificare un nuovo villaggio che doveva essere composto da 80 famiglie. Per edificare questo villaggio scelse uno dei 29 feudi che dal 1486 faceva parte della Baronia di Mussomeli, il feudo Maradona, zona già abitata da contadini. Alla morte di don Giovanni Lanza, che non aveva figli legittimi, gli subentrò il fratello Ottavio. Nacque così il villaggio di "Bompenzeri" da cui deriva il nome moderno di Bompensiere. Nel 1700 contava circa 200 anime; verso la metà del Settecento venne inaugurata la chiesa del S.S. Crocifisso, unica chiesa presente sul territorio; la cappella nel cimitero fu costruita molto tempo dopo.

Nel 1868 il comune fu soppresso e aggregato al comune di Montedoro. Nel 1911 fu ricostituito. Bonpensiere ebbe l'indipendenza politica e amministrativa nel 1911 quando Padre Montalto, prete del paese, diventò sindaco dopo essersi battuto per l?indipendenza del paesino Nel 1915, quando l'Italia entrò in guerra, da Bompensiere partirono 80 uomini; ne morirono una decina. Durante la seconda guerra mondiale vennero arruolati 400 uomini. In seguito allo sbarco alleato in Sicilia il paese venne bombardato pesantemente dai Tedeschi allo scopo di impedire il passaggio sul ponte sul fiume Gallo d'Oro unica strada per l'entroterra siciliano, Caltanissetta e oltre.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Economia[modifica | modifica wikitesto]

A Bompensiere erano attive la solfara Scimè e la solfara Marchese.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
20 giugno 1989 20 febbraio 1992 Salvatore Maria Saia Democrazia Cristiana Sindaco [4]
14 marzo 1992 2 dicembre 1993 Francesco Licata Democrazia Cristiana Sindaco [4]
31 gennaio 1994 25 maggio 1998 Enrico Diliberto Democrazia Cristiana Sindaco [4]
25 maggio 1998 27 maggio 2003 Calogera Capobianco centro-destra Sindaco [4]
27 maggio 2003 17 giugno 2008 Salvatore Licata lista civica Sindaco [4]
17 giugno 2008 11 giugno 2013 Salvatore Gioacchino Losardo lista civica Sindaco [4]
11 giugno 2013 21 aprile 2018 Salvatore Gioacchino Losardo lista civica Sindaco [4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia