Bombardamento di Algeri (1816)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bombardamento di Algeri
Martinus Schouman - Het bombardement van Algiers.jpg
Bombardamento di Algeri, Martinus Schouman, 1823
Data27 agosto 1816
LuogoAlgeri, Algeria
EsitoVittoria britannica
Schieramenti
Regno Unito Gran Bretagna
Paesi Bassi Paesi Bassi
Reggenza di Algeri
Comandanti
Effettivi
27 navi (di cui 5 vascelli di linea8000 truppe regolari
30000 truppe irregolari
circa 1000 cannoni a difesa costiera
circa 90 fregate e imbarcazioni varie
Perdite
Gran Bretagna:
128 caduti
690 feriti
Paesi Bassi:
13 caduti
52 feriti
tra i 500 e i 7000 caduti
33 imbarcazioni distrutte tra cui 4 fregate e 5 corvette
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

Il bombardamento di Algeri fu un tentativo da parte della Gran Bretagna di fermare le pratiche schiaviste del dey di Algeri. Una flotta anglo-olandese sotto il comando dell'ammiraglio Lord Exmouth bombardarono le navi e le difese costiere della città il 27 agosto 1816.

Nonostante fosse in corso una campagna continuata volta a sopprimere la pirateria barbaresca da parte di diverse marine militari europee e di quella americana, lo scopo specifico di questa spedizione fu quello di liberare gli schiavi cristiani presenti nella città e dissuadere la presa di altri schiavi nell'avvenire. A seguito del bombardamento furono liberati quasi 3000 europei e venne firmato un trattato che aboliva la schiavitù degli europei. Tuttavia, la tratta barbaresca degli schiavi non scomparve completamente fino alla conquista francese dell'Algeria.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]