Bobby Rydell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bobby Rydell
Fotografia di Bobby Rydell
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock and roll
Periodo di attività 1958 – in attività

Bobby Rydell, nome d'arte di Robert Louis Ridarelli (Philadelphia, 26 aprile 1942), è un cantante e musicista statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ragazzo prodigio, inizia come imitatore; a quindici anni diventa batterista e voce del complesso Rocco and The Saints, in cui conosce un suo coetaneo che suona la tromba, Frankie Avalon, e l'anno successivo incide il suo primo 45 giri, Fatty Fatty/Dream Age, che passa inosservato.

Durante un'esibizione con il complesso viene scoperto dal talent scout Frankie Day, che diventa il suo manager e gli fa ottenere un contratto discografico con la Venise, con cui incide il suo secondo 45 giri nel 959, Fatty Fatty/Happy Happy, in cui ripropone il brano principale del suo primo disco, ma anch'esso passa inosservato.

Passa quindi alla Cameo Records di Bernie Lowe, ed ottiene subito successo con la canzone Kissin' Time.

Fra il 1959 ed il 1964 raggiunse le prime posizioni nella Billboard Hot 100 con numerosi singoli, in particolare Wild One, che entra pure nella top ten britannica, e Forget Him, oltre ad una sua versione di Nel blu dipinto di blu.

Nel 1964 partecipò al Festival di Sanremo con i brani Un bacio piccolissimo e L'inverno cosa fai?, quest'ultimo non ammesso alla serata finale della manifestazione.

Assieme agli amici e colleghi Frankie Avalon e Fabian ha costituito negli anni novanta il trio The Golden Boys.

Discografia parziale[modifica | modifica sorgente]

45 giri[modifica | modifica sorgente]

Discografia italiana[modifica | modifica sorgente]

33 giri[modifica | modifica sorgente]

45 giri[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 107007880