Bobby Hutcherson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bobby Hutcherson
Bobby Hutcherson nel 2007 al JazzBaltica Festival
Bobby Hutcherson nel 2007 al JazzBaltica Festival
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Jazz
Periodo di attività 1960-2016
Strumento Vibrafono

Robert "Bobby" Hutcherson (Los Angeles, 27 gennaio 194115 agosto 2016) è stato un vibrafonista statunitense. Terzo dei grandi vibrafonisti dopo Lionel Hampton e Milt Jackson[senza fonte], Bobby Hutcherson si è affermato nella prima metà degli anni sessanta, ridefinendo, fra hard bop e free jazz, il ruolo del vibrafono nel jazz.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bobby Hutcherson nel 1982 al Berkeley Jazz Festival

Dopo aver cominciato suonando il pianoforte, rimase folgorato dall'ascolto di un disco di Milt Jackson e decise si passare al vibrafono. Prese alcune lezioni da Dave Pike e si unì quindi al sassofonista Charles Lloyd.

Nel 1960 entrò nel gruppo di Al Grey e Billy Mitchell, che nel 1961 fu scritturato al famoso jazz club di New York Birdland. Hutcherson decise di restare a New York e ben presto suonò e registrò con musicisti importanti quali Hank Mobley, Herbie Hancock, Al Green, Jackie McLean e altri.

Cominciò in questo periodo a incidere come sideman per la Blue Note Records suonando fra l'altro in due dischi importanti : One Step Beyond (1963) di McLean e Out to Lunch! (1964) di Eric Dolphy. Nello stesso anno vinse il referendum della rivista jazz "Down Beat".

Il suo primo disco solista, Dialogue (1965), fu un successo di critica. Altri ne seguirono, molto apprezzati dalla critica, meno dal pubblico.

Nel 1967 ritornò a Los Angeles e formò un suo quintetto che però non ebbe molto successo. Dalla metà degli anni anni ottanta è di nuovo in pista e registra con la Landmark, poi con la Verve Records in uno stile mainstream apprezzabile e virtuosistico ma lontano dai livelli dei suoi dischi dei primi anni sessanta[senza fonte].

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1965 - Dialogue
  • 1965 Components
  • 1966 Happenings
  • 1966 Stick-Up!
  • 1967 Oblique
  • 1968 Patterns
  • 1968 Total Eclipse
  • 1968 Medina
  • 1969 Now!
  • 1970 San Francisco
  • 1971 Deep Blue
  • 1971 Head On
  • 1972 Natural Illusions
  • 1973 Cookin' with Blue Note at Montreux
  • 1974 Cirrus
  • 1974 Linger Lane
  • 1975 Inner Glow
  • 1975 Montara
  • 1976 The View from the Inside
  • 1976 Waiting
  • 1977 Dance of the Sun
  • 1977 Knucklebean
  • 1978 Highway One
  • 1979 Conception: The Gift of Love
  • 1979 Un Poco Loco
  • 1981 Solo/Quartet
  • 1982 Farewell Keystone
  • 1983 Four Seasons
  • 1985 Color Schemes
  • 1991 Mirage
  • 1999 Skyline
  • 2007 For Sentimental Reasons

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85517308 · LCCN: (ENn81149294 · ISNI: (EN0000 0001 1450 5729 · GND: (DE134413393 · BNF: (FRcb13895429v (data)