Bob Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Bob Ferrari (Bologna, 14 settembre 1968) è un cabarettista, attore, scrittore, regista, autore televisivo, sceneggiatore e comico italiano. È conosciuto per aver scritto, interpretato e diretto assieme ai Gem Boy, il film Iros.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bob Ferrari è nato a Bologna nel 1968.

È comico, regista, sceneggiatore, video editor, e autore televisivo dal 1995. È uno dei creatori della serie a pupazzi animati “La via delle fiabe” andata in onda su Raitre all'interno del programma La Melevisione. Nel 1994 scrive, produce e dirige il suo primo cortometraggio, debuttando come attore. Da allora si specializza in film comici a budget zero girati in digitale.[2] Dal 2000 è protagonista e autore della serie tv “Bob Show” trasmessa nel circuito Telepiù. A teatro si esibisce in pantomime con voci e musiche registrate e riscuote un certo successo in molti spettacoli di cabaret[3] compreso lo Zelig Lab di Bologna.

Nel 2010 incontra CarlettoFX dei Gem Boy e inizia una stretta collaborazione. Insieme realizzano IROS, un film comico parodia dei vari film Marvel presentato al Future Film Festival 2011.[4] Iros è distribuito sulle televisioni regionali e sul web[5].

Sempre nel 2010 è SEMIFINALISTA al concorso Festival Cabaret Emergente e PREMIO SPECIALE ACCADEMIA DEL COMICO al concorso SOS Arezzo Cabaret. Nel 2011 è PRIMO PREMIO al Festival di Cabaret CARPE DIEM ed entra nella squadra dello Zelig Lab di Bologna. Nel 2012 entra a far parte della famiglia di Alma Radio e conduce il suo programma comico dal titolo Sbobshow. Mentre sul sito personale pubblica i suoi film on line.[6]

Dal 2015 il suo Sbobshow diventa multimediale e viene trasmesso anche in televisione su Nettuno TV (in Emilia Romagna canale 99 del digitale terrestre) e in streaming su almaradiotv.com.

Il 17 marzo 2016 debutta come stand up comedian, unendo "one-liners" con la visual-comedy.

Nel 2019 partecipa al programma televisivo Zelig Time su Zelig Tv. Partecipazione che dal 2021 viene inserita su Amazon Prime Video.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gem Boy, Iros al cinema (JPG), su irosmovie.files.wordpress.com, Corriere della Sera. URL consultato il 24-4-2010.
  2. ^ Elena Cirioni, Bob Ferrari porta il film comico sulla rete, su almaradio.it, Alma Radio, 14 dicembre 2011. URL consultato il 22 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2013).
  3. ^ Intervista a Bob Ferrari, su comedysubs.org, ComedySubs. URL consultato il 24-4-2010 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2011).
  4. ^ Iros e i Gem Boy al FFF 2011, su futurefilmfestival.org, Future Film Festival. URL consultato il 24-4-2010 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2011).
  5. ^ Recensione di Iros [collegamento interrotto], su mr-odo.com, Mr.Odo. URL consultato il 02-05-2010.
  6. ^ Arriva il Woody Allen made in Bologna, su ostiatv.it, OstiaTV. URL consultato il 24-4-2010.
  7. ^ (EN) Prime Video: Zelig Time - Stagione 2, su www.primevideo.com. URL consultato il 17 aprile 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie