BMW i8

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bmw i8)
BMW i8
BMW i8 - przód (MSP16).jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  BMW
Tipo principale Coupé
Produzione dal 2015
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.700 mm
Larghezza 1.940 mm
Altezza 1.300 mm
Passo 2.800 mm
Massa 1.485 kg
Altro
Assemblaggio Lipsia (D)
Stile Benoit Jacob
Mario Majdandzič
Richard Kim (i8 Concept)
Stessa famiglia BMW i3
BMW i8 (16442335676).jpg

La BMW i8 è un'auto ibrida elettrica plug-in sviluppata e prodotta dalla casa automobilistica tedesca BMW dal 2015.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La prima concept car è stata svelata al Salone dell'automobile di Francoforte nel 2009.

Tecnica e profilo[modifica | modifica wikitesto]

Autonomia[modifica | modifica wikitesto]

La BMW i8 è equipaggiata con una batteria al litio da 7,2 kWh, stimata per percorrere una distanza di 37 km in modalità puramente elettrica o fino a 500 km in sinergia con il motore a combustione.[1]

Design[modifica | modifica wikitesto]

Il design è stato curato da Benoit Jacob[2] ed è configurato in maniera tale che l'aria possa attraversare agevolmente la parte bassa del paraurti per defluire aerodinamicamente di fianco alle ruote anteriori, le portiere per uscire in coda e nel tunnel scavato nel montante posteriore per trovare sfogo nelle luci posteriori, sagomate come le palpebre di un occhio. Tutto ciò permette l'ottenimento di un coefficiente aerodinamico pari a 0,26, molto basso. I cerchi da 20" sono fucinati ed avvolti da pneumatici nelle misure 195/50 all'anteriore e 215/45 al posteriore. Le portiere hanno una configurazione di apertura ad ala di gabbiano e l'abitacolo è racchiuso in una cellula in plastica rinforzata da fibra di carbonio per aumentare la sicurezza dei passeggeri. Gli interni sono allestiti esattamente come una sportiva gran turismo 2+2.[3]

Fari[modifica | modifica wikitesto]

La i8 è la prima vettura di serie al mondo ad poter avere dei fari anteriori opzionali a laser. I diodi del laser misurano solo un decimo delle dimensioni dei tradizionali LED. Tuttavia, emettono una luce dieci volte più brillante, in cui l'abbagliante della i8 può illuminare fino a 600 metri di distanza. Inoltre i diodo laser emettono una luce bianca, che corrisponde a quasi al colore assoluto della luce.[4][5]

Telaio[modifica | modifica wikitesto]

La serie "i" utilizza un telaio costituito da una cellula di sicurezza in CFRP, che assicura leggerezza e resistenza. La distribuzione dei pesi è 49% anteriore e 51% posteriore, che anche grazie alla trazione integrale rende la vettura ben bilanciata.[6]

Motore[modifica | modifica wikitesto]

L'unità propulsiva è costituita da un motore elettrico sincrono dalla potenza di 131 CV con 250 Nm di coppia abbinato ad un propulsore tre cilindri da 1.500 cm³ TwinPower Turbo a iniezione diretta dalla potenza di 231 CV con 320 Nm di coppia. L'uso di un alternatore da 15 chilowatt aiuta a cancellare la latenza che si ha quando si avvia il motore termico. Il gruppo elettrico di sviluppa 131 CV e spinge l'assale anteriore, la parte posteriore è un mix tra motore termico e elettrico; a bassi regimi il motore è assistito da un piccolo motore elettrico da 20 CV. Insieme questa propulsione garantiscono una velocità massima di 250 km/h e un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi.[7]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bmw i8, la supercar ibrida plug-inche beve come una berlina |Video, su Corriere della Sera. URL consultato il 10 aprile 2016.
  2. ^ BME blog
  3. ^ D.S., I segreti della Bmw i8 la super-sportiva ibrida, su Corriere della Sera. URL consultato il 10 aprile 2016.
  4. ^ Avviata la produzione dei fari laser BMW, su www.alvolante.it. URL consultato il 10 aprile 2016.
  5. ^ BMW, i fari laser della i8, su OmniAuto.it. URL consultato il 10 aprile 2016.
  6. ^ Novità, BMW i8 - Ufficiale: tutti i dati tecnici della sportiva ibrida plug-in - Quattroruote, su Quattroruote.it. URL consultato il 10 aprile 2016.
  7. ^ Prova BMW i8, motorbox.com. URL consultato il 10 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili