Blue Sky Studios

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Blue Sky Studios
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaSocietà a responsabilità limitata
Fondazione22 febbraio 1987 a Greenwich
Fondata da
Chiusura7 aprile 2021
Sede principaleGreenwich
Gruppo20th Century Studios (The Walt Disney Company)
Persone chiave
Settorecinema
Prodotti
Dipendenti450 (2021)
Sito webblueskystudios.com/

Blue Sky Studios è stata una casa di produzione cinematografica statunitense, specializzata nella realizzazione di film e cortometraggi d'animazione in grafica computerizzata (CGI). Era una filiale della 20th Century Animation, a sua volta una divisione di The Walt Disney Studios.

Fondata nel 1987 da Chris Wedge, Michale Ferraro, Carl Ludwig, Allison Brown, David Brown e Eugene Troubeztkoy a Greenwich (Connecticut), era famosa per aver prodotto film come L'era glaciale e Rio.

Occasionalmente, si occupava anche di integrare effetti speciali digitali nei film live-action.

Nel 2019, viene acquisita (tramite la 21st Century Fox) dalla The Walt Disney Company, che effettua un cambio di gestione finanziario/creativo[1].

Il 9 febbraio 2021, a causa di insostenibilità finanziaria, la Disney ha annunciato la chiusura definitiva nell'aprile dello stesso anno[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Blue Sky Studios furono fondati nel febbraio 1987 da Chris Wedge, Michael Ferraro, Carl Ludwig, Alison Brown, David Brown ed Eugene Troubetzkoy dopo che la società tecnologia per cui lavoravano chiuse i battenti. I primi clienti di Blue Sky includevano Bell Atlantic, Rayovac, Gillette e Braun, e la casa ha creato gli insetti animati per il film Joe's Apartment di MTV del 1996.

Nell'agosto 1997, la società VFX della 20th Century Fox, VIFX, acquisì una quota di maggioranza in Blue Sky e lo studio animato iniziò a lavorare sui personaggi, tra gli altri, di Alien Resurrection, Fight Club e Star Trek: Insurrection.

Nel 1998 produsse un primo cortometraggio animato chiamato Bunny, diretto da Wedge, che gli fece vincere l'Oscar al miglior cortometraggio d'animazione; questo fece entrare Blue Sky nel mondo della produzione di lungometraggi di animazione.

Nel 2002 uscì il primo lungometraggio d'animazione della Blue Sky: L'era glaciale, che ricevette un ottimo riscontro da parte della critica e dal pubblico, e una nomination al miglior film d'animazione alla 75° cerimonia degli Oscar[3].

Nel 2017, il film "Ferdinand", diretto da Carlos Saldanha, ha ricevuto una nomination per l'Oscar al miglior film d'animazione.

Il 20 marzo 2019 la The Walt Disney Company ha acquisito lo studio attraverso l'acquisto della 21st Century Fox.

Il 9 febbraio 2021 Disney annuncia la chiusura, a partire dall'aprile successivo, di Blue Sky. La biblioteca cinematografica e le proprietà intellettuali dello studio saranno mantenute dalla Disney.[4][5] L'adattamento cinematografico del webcomic Nimona[6], originariamente previsto per il 14 gennaio 2022, è stato cancellato a seguito della chiusura dello studio[7].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Disney ora ha completato l'acquisto di Fox. Ecco cosa si porta a casa, su Wired, 20 marzo 2019. URL consultato il 20 febbraio 2021.
  2. ^ HDblog.it, Disney chiude Blue Sky Studios, la fine di un'Era Glaciale, su HDblog.it, 10 febbraio 2021. URL consultato il 20 febbraio 2021.
  3. ^ Corriere della Sera - Tutte le nomination agli Oscar 2003, su www.corriere.it. URL consultato il 20 febbraio 2021.
  4. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Disney Closing Blue Sky Studios, Fox’s Once-Dominant Animation House Behind ‘Ice Age’ Franchise, su Deadline, 9 febbraio 2021. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  5. ^ Carlo Coratelli, Disney annuncia chiusura Blue Sky Studios, su Lo Spazio Bianco, 9 febbraio 2021. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  6. ^ (EN) Amid Amidi, Patrick Osborne's Feature Directorial Debut 'Nimona' Gets 2020 Release Date, su Cartoon Brew, 10 luglio 2017. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  7. ^ Andrea Francesco Berni, La Disney chiude i Blue Sky Studios: addio ai creatori dell'Era Glaciale, su Cinema - BadTaste.it, 9 febbraio 2021. URL consultato il 10 febbraio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN149264757 · ISNI (EN0000 0001 2227 4377 · LCCN (ENno2002109073 · BNF (FRcb166862689 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2002109073