Blue Air

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Blue Air
Logo
Boeing 737-8AS, Blue Air AN1729619.jpg
StatoRomania Romania
Fondazione2004 a Bucarest
Fondata daNelu Iordache
Sede principaleBucarest
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Fatturato458 milioni di € (2019)
Utile netto15.1 milioni di € (2019)
Dipendenti1145 (2019)
Slogan«The better way to fly
Sito webwww.flyblueair.com
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATA0B
Codice ICAOBLA
Indicativo di chiamataBLUE AIR
Primo volo2004
Hub
Frequent flyerMyBlue, Corporate (per le aziende)
Flotta18 (nel 2021)
Destinazioni57 (nel 2021)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Blue Air è una compagnia aerea a basso costo rumena con sede a Bucarest, avente hub presso l'aeroporto Internazionale Henri Coandă.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata da Nelu Iordache, Blue Air ha iniziato ad operare nel dicembre 2004.[1] La compagnia aerea inizialmente operava voli nazionali e internazionali, anche se i servizi domestici furono presto interrotti a causa delle scarse vendite e della concorrenza di TAROM, oltre che della compagnia ferrovia rumena, Căile Ferate Române. Blue Air ha ripreso le operazioni nazionali nel 2015, iniziando con i voli da Bucarest-Iasi, seguiti da ulteriori rotte nel 2016.

Il 12 aprile 2013, la direzione di Blue Air ha annunciato che la compagnia aerea era in vendita.[2] Il 17 maggio dello stesso anno, la società è stata acquistata da quattro azionisti rumeni e le operazioni di volo di BlueAir Transport Aerian SA sono state trasferite a Blue Air - Airline Management Solution SRL, una società che ha salvato l'attività con 30 milioni di euro.[3]

Nel 2015, Blue Air ha registrato un utile netto di 6 milioni di euro, in contrasto con la perdita della società di 400.000 euro nel 2014.[4] La compagnia aerea ha trasportato 1,5 milioni di passeggeri nel 2014, un aumento rispetto agli 1,35 milioni di passeggeri nel 2013.[5] Blue Air è diventata membro a pieno titolo della International Air Transport Association (IATA) il 19 gennaio 2016, inoltre ha ricevuto la certificazione IATA Operational Safety Audit nel dicembre 2015, essendo un membro della IATA Clearing House.[6][7]

Nel marzo 2017, Blue Air ha avviato una base nell'aeroporto John Lennon di Liverpool, operando verso 8 destinazioni in tutta Europa.

Da novembre 2017, con l'entrata in vigore della Continuità Territoriale in Sardegna, Blue Air collega l'aeroporto di Alghero con l'Aeroporto di Roma-Fiumicino, rotta operata in passato da Alitalia.[8] La compagnia aerea, a seguito di una conferenza tenutasi all'aeroporto di Alghero all'inizio di novembre, ha annunciato che la Riviera del Corallo è diventata la sua quarta base operativa internazionale, dopo quelle di Torino, Liverpool e Larnaca.

Nel gennaio 2018, Blue Air ha lanciato una nuova filiale nella Repubblica Ceca, nota come Blue Air Moravia. La compagnia aerea avrebbe dovuto iniziare le operazioni a marzo 2018, tuttavia, questo probabilmente non accadrà a causa di alcuni problemi tra la compagnia e le autorità ceche.[9] Nel 2018 è stata modificata la forma giuridica della società, da società a responsabilità limitata a società per azioni; cambiando il proprio nome legale in Blue Air Aviation SA.[10] Nello stesso anno, la Civil Aviation Group (una joint venture tra investitori moldavi e Blue Air) ha vinto il processo di privatizzazione della compagnia aerea di bandiera della Moldovia, Air Moldova, per la somma di 50 milioni di MDL (2,56 milioni di EUR) e ha rilevato i debiti del vettore aereo, per un valore di 1,2 miliardi di lei moldavi (61 milioni di euro).[11]

Struttura aziendale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati finanziari[modifica | modifica wikitesto]

2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019
Fatturato (m) 24 50 95 124 140 150 149 137 135 148 199 291 412 495 458
Profitto netto (€m) - - - - - - - - - (0.3) 5.9 (26) (32) (31) 15
Numero di dipendenti (m) - - - 1.1 1.72 1.5 1.5 1.5 1.37 1.6 2.05 3.6 5.1 5.2 -
Numero di aerei (a fine anno) 3 4 5 6 10 8 8 8 8 11 15 24 29 25 23
Numero di dipendenti - - - - - - - - 437 504 585 921 1,240 1,121 1,145
Note [12][13] [12][13] [12] [12] [12] [12] [12] [12] [12][14] [12][15][16] [15][16][17] [15][16] [16] [16] [16]

Basi e future espansioni[modifica | modifica wikitesto]

Blue Air ha utilizzato Bucarest come hub principale per la maggior parte della sua storia. Inizialmente, l'hub della compagnia aerea si trovava presso l'aeroporto Internazionale Aurel Vlaicu (Băneasa), fino a quando divenne sovraffollato e sempre più circondato dallo sviluppo urbano. Questo fatto ha portato alla chiusura dell'aeroporto per le compagnie aeree commerciali nel 2012 (l'aeroporto non è stato chiuso ufficialmente, ma le tasse operative per le compagnie aeree sono state improvvisamente aumentate fino a quando nessuna compagnia aerea poteva permettersele).[18] Di conseguenza, tutte le compagnie aeree hanno spostato le loro operazioni al più grande aeroporto di Bucarest, l'aeroporto Internazionale Henri Coandă. L'azienda utilizza questo aeroporto come hub principale.

La base all'aeroporto John Lennon di Liverpool è stata chiusa a febbraio 2019, così come la base all'aeroporto di Alghero-Fertilia che era stata inaugurata nel 2017 e poi chiusa nell'aprile 2019.[19][20] La base dell'aeroporto internazionale Mihail Kogălniceanu, aperta nell'aprile 2017, è stata chiusa nel 2019. La base dell'aeroporto internazionale di Larnaca è stata chiusa nel settembre 2020, quella dell'aeroporto internazionale di Iași nel novembre 2020.[21]

Al gennaio 2021, la compagnia ha base nei seguenti aeroporti[22][23][24]:

Accordi di codeshare[modifica | modifica wikitesto]

Al 2021, la compagnia ha accordi di code-share con:

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Flotta attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ad aprile 2021 la flotta di Blue Air è così composta[25]:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
Y
Boeing 737-300 1 148 [26]
Boeing 737-500 5 120 YR-AMD noleggiato ad Air Senegal[27]
Boeing 737-700 1 148 [28]
Boeing 737-800 10 189 [29]
Boeing 737 MAX 8 1 9 189 [30][31]
Totale 18 9

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

Blue Air operava in precedenza con i seguenti aeromobili[25]:

Aereo Esemplari Inserimento Dismissione Note
Boeing 737-300 5 2004 2021
Boeing 737-400 15 2006 2020
Saab 2000 1 2009 2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RO) Autor: Diana State, Nelu Iordache își vrea Blue Air înapoi, su CAPITAL, 25 maggio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  2. ^ (RO) Compania aeriană Blue Air, scoasă la vânzare, su Mediafax.ro. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  3. ^ (RO) Afacerile Blue Air au depăşit pentru prima dată pragul de 200 de milioane de euro în 2015, su www.economica.net, 2 giugno 2016. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  4. ^ (EN) Romanian low-cost airline posts record turnover, su Romania Insider. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  5. ^ (RO) BLUE AIR ESTIMEAZĂ CĂ A TRANSPORTAT 1,5 MILIOANE DE PASAGERI ÎN 2014 - NEWS AIR, su web.archive.org, 21 febbraio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2016).
  6. ^ (EN) Blue Air joins IATA | Airlines. Blue Air joins IATA, su airlines.iata.org. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  7. ^ (RO) Claudiu, Blue Air a primit certificarea IATA Operational Safety Audit (IOSA), su T2T.ro, 3 dicembre 2015. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  8. ^ Continuità territoriale, Blue Air si aggiudica la rotta Alghero-Roma, su La Nuova Sardegna, 7 novembre 2017. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  9. ^ (EN) Bruce Drum, Blue Air to fly Paris CDG – Turin, establishes Blue Air Moravia in Brno, su World Airline News, 1º gennaio 2018. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  10. ^ (RO) Romania’s largest airline Blue Air becomes joint venture, changes name to Blue Air Aviation, su Business Review, 9 agosto 2018. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  11. ^ (RO) AGERPRES, Civil Aviation Group takes over Air Moldova for 50 mln Moldovan lei, su www.agerpres.ro. URL consultato il 18 gennaio 2021.
  12. ^ a b c d e f g h i j (RO) 10 ani de Blue Air. Compania închide anul 2014 pe profit şi cu afaceri de 150 de milioane de euro, su Economica.net. URL consultato il 27 gennaio 2017.
  13. ^ a b (EN) Blue Air Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 29 aprile 2018.
  14. ^ (RO) O companie aeriană din România e în top cinci mondial al operatorilor low-cost cu cele mai vechi avioane, su economica.net.
  15. ^ a b c (EN) Aproape 3.6 milioane pasageri au ales Blue Air in 2016, su aeronews.ro. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  16. ^ a b c d e f (EN) Blue Air Aviation SA, su Romanian Companies. URL consultato il 3 gennaio 2020.
  17. ^ Afacerile Blue Air au depăşit pentru prima dată pragul de 200 de milioane de euro în 2015, su economica.net.
  18. ^ (RO) Închiderea aeroportului Băneasa dezvăluie o comoară imobiliară de un miliard de euro, su ZF.ro. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  19. ^ (EN) LJLA to become Blue Air’s latest European base bringing more flights, more international visitors and more jobs at LJLA, su Liverpool John Lennon Airport. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  20. ^ (RO) Compania aeriană românească Blue Air a depăşit pragul de 5 milioane de pasageri, su Mediafax.ro. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  21. ^ (EN) Romania's Blue Air axes Iasi base; to relocate Euro ops, su ch-aviation. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  22. ^ (EN) Flightradar24, Live Flight Tracker - Real-Time Flight Tracker Map, su Flightradar24. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  23. ^ (RO) Gabriel Bobon, Blue Air va zbura din Cluj Napoca spre Paris CDG, Amsterdam și alte 10 destinații noi în 2021, su BoardingPass.ro, 21 ottobre 2020. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  24. ^ (EN) Romania's Blue Air to station second aircraft at Turin base in Sept, su seenews.com. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  25. ^ a b (EN) Blue Air Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  26. ^ Marche YR-BAP.
  27. ^ Marche YR-AMA, YR-AMB, YR-AMD, YR-AME e YR-BAG.
  28. ^ Marche YR-BMR.
  29. ^ Marche , YR-BMG, YR-BMJ, YR-BMK, YR-BML, YR-BMM, YR-BMN, YR-BMO, YR-BMP, YR-BMQ, YR-BMS.
  30. ^ Marche YR-MXA.
  31. ^ (EN) Teodor Stefan, No more 737 MAX 8s for Blue Air from Boeing - Aeronews Global, su aeronewsglobal.com. URL consultato il 1º febbraio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]