Bloomingdale's

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bloomingdale's
Logo
NYC Bloomingdales.jpg
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione1861
Fondata da
  • Joseph B. Bloomingdale
  • Lyman G. Bloomingdale
Sede principaleNew York City
GruppoMacy's, Inc.
Persone chiaveTony Spring chairman e CEO
SettoreGrandi Magazzini
Prodottiabbigliamento, calzature, pelletteria, biancheria per la casa, mobili, gioielli, prodotti di bellezza, casalinghi, caffé
Slogan«like no other store in the world»
Sito web

Bloomingdale's è una catena di Department stores statunitensi di proprietà della Macy's, Inc. che a sua volta controlla anche la catena di vendita Macy's. Ha 38 punti vendita e 16 Blomingdale's outlets. È la prima azienda ad utilizzare un ormai noto strumento di marketing: la "shopping bag". Infatti nel 1961 introduce l'uso di una busta di carta per evidenziare il proprio marchio distintivo, "Big brown bag". I suoi principali concorrenti sono Lord & Taylor (la più antica catena di grandi magazzini del mondo), Nordstrom e, in misura minore, Saks Fifth Avenue e Neiman Marcus.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1861 i fratelli Joseph e Lyman Bloomingdale, figli di un venditore che dopo aver vissuto in North Carolina e Kansas si era trasferito a New York, iniziano a vendere gonne nel loro negozio di merceria nel Lower East Side a Manhattan. Nel 1872 i due fratelli aprono uno store che offre una vasta gamma di vestiti, alcuni ispirati alla moda europea. In seguito si spostano all'angolo tra la 59th Street e Lexington Avenue. Negli anni venti il grande magazzino occupava un intero isolato. Nel 1930 Bloomingdale entra a far parte dei Federated Department Stores, ora Macy's, Inc. Nel 1931 l'edificio è completamente ridisegnato dallo studio di architettura Starrett & van Vleck in stile Art Deco. Il grande magazzino supera la Grande Depressione e la Seconda Guerra Mondiale, nel 1949 apre a Fresh Meadows, nel Queens: all'inaugurazione più di 25.000 persone. Sono quindi aperti altri negozi, anche al di fuori di New York, a Washington DC e in Massachusetts negli anni settanta, in Pennsylvania, Texas, Florida, Illinois negli anni ottanta[1] e in California nel 1996.

Nel settembre 2008 è annunciata da Macy's, Inc. l'apertura nel febbraio 2010 a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, di una sede su tre livelli della Bloomingdale. Come nel caso della concorrente Saks Fifth Avenue, la presenza internazionale per Bloomingdale è gestita su licenza da un operatore locale, in questo caso da Al Tayer Group LLC. Il CEO di Bloomingdale annuncia comunque che il grande magazzino di Dubai è l'unico aperto al di fuori degli Stati Uniti poiché Bloomingdale's non ha ulteriori piani per espandersi all'estero. Nel novembre 2015 viene aperto il primo negozio alle Hawaii all'Ala Moana Center di Honolulu. Il grande magazzino, di tre piani, prevede anche servizi di ristorazione presso il suo ristorante 40 Carrots.[2]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • L'indirizzo più famoso è a Manhattan, all'angolo tra la 59th Street e Lexington Avenue. Negli anni settanta, durante la visita della regina Elisabetta II, la direzione della circolazione di Lexington Avenue (teoricamente da nord a sud) viene invertita in modo da permettere alla regina, una volta fuori dalla sua auto, di entrare direttamente dall'ingresso principale.
  • Nella serie TV Friends, Rachel Green (interpretata da Jennifer Aniston) lavora per un periodo in Bloomingdale's, come venditrice privata.
  • Nel film Julie e Julia, dove le interpreti sono Meryl Streep e Amy Adams, Julie Powell (Amy Adams) menziona con amici molto snob il negozio sulla 59th Street, considerato un simbolo della moda newyorchese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bloomingdale Plans Cuts, The New York Times, 6 giugno 1990. URL consultato il 7 agosto 2007.
  2. ^ (EN) Darin Moriki, "Hawaii's first Bloomingdale's to open in November at Ala Moana Center", Pacific Business News, 30 giugno 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN153592831 · LCCN (ENn79055078 · BNF (FRcb12126163n (data) · NLA (EN35115743 · WorldCat Identities (ENn79-055078
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende