Blondie e Dagoberto (fumetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blondie e Dagoberto
fumetto
No immagini.png
Titolo originale Blondie
Autori
Editore King Features Syndicate
1ª edizione 8 settembre 1930 – in corso
Genere umorismo

Blondie e Dagoberto (Blondie)

Blondie e Dagoberto è un fumetto statunitense (Blondie in lingua inglese), nato dalla penna di Chic Young, distribuito dalla King Features Syndicate, e pubblicato a partire dall'8 settembre 1930.

Chic Young continuò per tutta la vita a disegnare gli episodi della bella Blondie e del marito Dagoberto (Dagwood in inglese) e quando morì, nel 1973, il controllo creativo passò al figlio Dean Young, che continuò a scrivere il fumetto. Molti artisti si succedettero nella realizzazione di Blondie: Jim Raymond, Mike Gersher, Stan Drake, Denis Lebrun e John Marshall. Malgrado i cambiamenti le storie di Blondie sono rimaste popolari, apparendo in più di 2000 giornali in 47 paesi e venendo tradotti in 35 lingue[1]. In Italia le strisce giornaliere furono pubblicate durante gli anni '70 dal quotidiano romano Paese Sera, che tentò l'importazione nel nostro paese della pagina dei fumetti tipica dei giornali statunitensi.

Dal fumetto è nata l'omonima serie cinematografica e una serie radiofonica statunitense trasmessa dal 1939 al 1950.

Nel 1995 la strip fu una delle venti incluse nella serie commemorativa di francobolli statunitensi Comic Strip Classics.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Blondie su toonpedia
fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti