Black hat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film del 2015, vedi Blackhat (film).

Black hat hacker è un hacker malintenzionato o con intenti criminali. Si contrappone a white hat hacker in quanto, diversamente da questi, mantiene segrete le proprie conoscenze sulle vulnerabilità e gli exploit che trova riuscendo a inserirsi in un sistema o in una rete non per aiutare i proprietari a prendere coscienza di un problema di sicurezza, come fanno i white hat nel rispetto quindi dell'etica degli hacker, ma violando illegalmente sistemi informatici, anche senza vantaggio personale.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Molti black hat promuovono la libertà individuale e l'accessibilità, senza autorizzazione, all'interno dei sistemi informatici, violando così la privacy. Cercano di trovare ed espandere i bug di sistema, ogni tentativo fatto per patchare i software sono generalmente fatti per prevenire altri attacchi al sistema già precedentemente compromesso dai black hat. Possono avere accesso ad un 0day-exploit (Programma che permette di sfruttare buchi nei sistemi, non distribuito al pubblico e che quindi non ha una soluzione alternativa reperibile). Nella maggior parte dei casi, un black hat lavora per causare un danno, o per prelevare informazioni private confidenziali e spesso per trarne profitti economici. Il black-hat hacking è l'atto di compromettere la sicurezza informatica di un sistema senza l'autorizzazione del proprietario, di solito con l'intento di accedere ai computer connessi alla rete.

Steven Levy dice dell'hacker:

« L'hacker pratica l'esplorazione intellettuale a ruota libera delle più alte e profonde potenzialità dei sistemi di computer, o la decisione di rendere l'accesso alle informazioni quanto più libera e aperta possibile. Ciò implica la sentita convinzione che nei computer si possa ritrovare la bellezza, che la forma estetica di un programma perfetto possa liberare mente e spirito »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) hacker nell'Enciclopedia Treccani, su www.treccani.it. URL consultato il 10 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]