Black Beauty (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Black Beauty
Autobiografia di un cavallo
Titolo originale Black Beauty: The Autobiography of a Horse
Altri titoli Bel morello: i suoi stallieri ed i suoi compagni[1]
Bellezza nera[1]
Black Beauty: Criniera al vento[1]
Il puledro nero[1]
Principe nero[1]
Autore Anna Sewell
1ª ed. originale 1877
1ª ed. italiana 1896[1]
Genere romanzo
Lingua originale inglese

Black Beauty: autobiografia di un cavallo (Black Beauty: The Autobiography of a Horse) o anche più semplicemente Black Beauty, è un romanzo di Anna Sewell, è l'unica opera dell'autrice, che viene scritta per attirare l'attenzione sulle crudeltà a cui erano spesso costretti a convivere i cavalli.

Il libro viene pubblicato nel 1877, pochi mesi prima della morte della scrittrice.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Black Beauty, nera bellezza, nasce in una stalla, ed, essendo un cavallo purosangue, viene trattato bene. A quattro anni viene venduto, e comprato da una stalla dove conosce Peperina e Zampallegra, Black Beauty viene venduto di nuovo e, con Peperina, subisce un incendio in un albergo, ma niente di che. Dove arriva dovrà portare la briglia corta... vivrà molte altre avventure, che la Sewell divide in quattro parti.

Adattamenti[modifica | modifica sorgente]

Il libro ha avuto numerose trasposizioni, sia cinematografiche che televisive:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f Catalogo SBN. URL consultato il 20-03-2012.
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura