Blériot-SPAD S.61

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Blériot-SPAD S.61
Bleriot-SPAD S.61.jpg
Descrizione
Tipoaereo da caccia
Equipaggio1
ProgettistaAndré Herbémont
CostruttoreFrancia Blériot-SPAD
Polonia CWL
Polonia PZL
Data primo volo6 novembre 1923
Data entrata in servizio1924
Utilizzatore principalePolonia Siły Powietrzne
Esemplaricirca 350 più 30 su licenza in Polonia
Dimensioni e pesi
Bleriot-SPAD S.61 3-view Aero Digest August,1930.png
Tavole prospettiche
Lunghezza6,78 m
Apertura alare9,61 m
Altezza2,80 m
Superficie alare29,30
Peso a vuoto1 096 kg
Peso carico1 636 kg
Propulsione
Motoreun Lorraine-Dietrich 12Ew
Potenza450 CV (331 kW)
Prestazioni
Velocità max280 km/h
Velocità di salitaa 4 000 m in 9 min 29 s
Autonomia400 km
Tangenza7 500 m
Armamento
Mitragliatrici2 Vickers calibro 7,7 mm
Notedati riferiti alla versione SPAD S-61/2 di serie

i dati sono estratti da Aviafrance[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Blériot-SPAD S.61, citato anche semplicemente come SPAD S.61, era un caccia monomotore biplano sviluppato dall'azienda francese Blériot-SPAD nei primi anni venti e prodotto, oltre che dalla stessa, in Polonia su licenza da Centralne Warsztaty Lotnicze (CWL) e Państwowe Zakłady Lotnicze (PZL).

Sviluppato contemporaneamente al Blériot-SPAD S.51 per rispondere ad una specifica dell'Armée de terre, l'esercito francese, le autorità militari gli preferirono l'S.51 tuttavia venne acquistato dalle aeronautiche militari di Polonia e Regno di Romania.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • S.61/1 - prototipo destinato alle valutazioni francesi.
  • S.61/2 - versione di produzione in serie destinata a Polonia e Romania.
    • S.61-bis - conversioni dall' S.61/2
  • S.61/3 - prototipo caratterizzato dall'apertura alare ridotta, realizzato in un solo esemplare.
  • S.61/4 - prototipo equipaggiato con un motore Lorraine-Dietrich 12Ee
  • S.61/5 - versione equipaggiata con un motore Hispano-Suiza 12Gb, realizzata in tre esemplari.
  • S.61/6 - prototipo, conversione in aereo da competizione dell' S.61-bis
    • S.61/6a - conversione equipaggiata con un motore a W Lorraine W-
    • S.61/6b - conversione dell' S.61/6a dotata di un serbatoio supplementare per partecipare all'edizione del 1924 della Coupe Michelin.
    • S.61/6c - versione realizzata per il tentativo conquistare il record di velocità mondiale, distrutta durante il tentativo.
    • S.61/6d - versione realizzata per il tentativo non riuscito di conquistare il record mondiale di velocità.
  • S.61/7 - versione equipaggiata con un compressore meccanico Rateau realizzata per il tentativo non riuscito di conquistare il record mondiale di altitudine.
  • S.61/8 - conversione dell' S.61/5 rimotorizzato con un Hispano-Suiza 12Hb.
  • S.61/9 - versione modificata dell' S.61/6d realizzata per partecipare all'edizione del 1929 della Coupe Michelin.
  • S.61 SES - ultimo sviluppo dell' S.61 caratterizzato dall'adozione di un'ala di nuovo disegno, rimasto allo stadio di prototipo.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Francia Francia
utilizzato solo in test di valutazione.
Polonia Polonia
Romania Romania

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Bruno Parmentier, SPAD S-61/2, su Aviafrance, http://www.aviafrance.com/. URL consultato il 9 ottobre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (PL) Andrzej Glass, Polskie konstrukcje lotnicze 1893-1939, Warszawa, WKiŁ, 1977.
  • (EN) William Green, Gordon Swanborough, The Complete Book of Fighters, Londra, Salamander Books Ltd, 2001, ISBN 1-84065-269-1.
  • (PL) Andrzej Morgała, Polskie samoloty wojskowe 1918-1939., Warszawa, Wydawnictwo MON, 1972, pp. 85-88.
  • (EN) Michael John H. Taylor, Jane's encyclopedia of aviation, 2nd Edition, Londra, Studio Editions, 1989, ISBN 0-517-10316-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2013001584