Biografilm Festival

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Biografilm Festival
Biografilm2008Mauro025.jpg
Il Red Carpet del Biografilm festival
LuogoBologna
Anni2005 - oggi
Fondato daAssociazione Fanatic About Festivals
DateGiugno
GenereBiopic
OrganizzazioneAndrea Romeo (Direttore artistico) Emanuela Ceddia (Direzione organizzativa)
Sito ufficialehttp://www.biografilm.it/

Il Biografilm Festival - International Celebration of Lives è un festival cinematografico che si tiene in giugno a Bologna, dedicato alle biografie (in gergo cinematografico le cosiddette biopic), promosso dall'associazione Fanatic About Festivals.

Nato nel 2005, il festival si tiene nella sede della Cineteca di Bologna, presso la Manifattura delle Arti. Il direttore artistico è il giornalista e critico cinematografico Andrea Romeo, la direzione organizzativa è affidata a Emanuela Ceddia. I premi principali riservati alla giuria sono il Lancia Award, ovvero il premio al miglior film, e il Best Life Award, ovvero al miglior racconto biografico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il festival, la cui prima edizione è del 2005, è l'unico evento mondiale interamente dedicato alle biografie e ai racconti di vita. Un concorso, sezioni tematiche, anteprime italiane ed internazionali, focus, conferenze, mostre, incontri e retrospettive dedicate a personaggi indimenticabili che, con il loro personale contributo, hanno trasformato il nostro mondo.

Nel 2010, il festival cambiò completamente; insieme alla sezione delle selezioni ufficiali, furono create due nuove sezioni: quella delle grandi anteprime (il Biografilm), e dei film italiani (il Biografilm Italia). Queste tre sezioni sono votate dal pubblico, composto da circa trentamila persone.

Edizioni del Festival[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Dal - Al Anno
1º-5 giugno 2005
7-11 giugno 2006
6-10 giugno 2007
11-15 giugno 2008
10-15 giugno 2009
10-14 giugno 2010
10-20 giugno 2011
10-18 giugno 2012
7-17 giugno 2013
10ª 6-16 giugno 2014
11ª 5-15 giugno 2015
12ª 10-20 giugno 2016

Edizione 2005[modifica | modifica wikitesto]

I focus

Douglas Adams: La vita e l'universo di Douglas Adams Oltre all'anteprima italiana del film Guida galattica per autostoppisti di Garth Jennings, ispirato al libro-culto dell'autore, è stato presentato il film Life, The Universe, and Douglas Adams, documentario di Rick Mueller dedicato allo scrittore inglese. La giornata inaugurale della prima edizione di Biografilm si è completata con l'incontro con Giuseppe Lippi, curatore della collana Urania, e Laura Serra, traduttrice italiana del libro Guida galattica per gli autostoppisti. Infine un party nel Biografilm Village, in collaborazione con il Dipartimento di Astronomia dell'Università di Bologna e con l'Osservatorio di Bologna (INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica).

Nel secondo giorno del festival si è celebrata la vita di una grande personalità italiana. Di Enrico Mattei il focus ha voluto raccontare la storia umana, il suo particolare e personalissimo approccio al lavoro e all'industria, la Resistenza negli anni giovanili e il suo ruolo cardine nel progetto di sviluppo dell'Italia post-bellica, fino alla costruzione dell'Eni e le ambiziose e possibili prospettive per un'Italia moderna e competitiva.

  • Tina Merlin: donna, partigiana, giornalista: le battaglie di Tina Merlin

Tina Merlin è stata donna, partigiana e giornalista, sempre pronta a combattere per le sue idee. Biografilm ha tracciato nella terza giornata del Festival un percorso a lei dedicato scavando tra le pagine dei libri dell'intellettuale bellunese, nello spettacolo teatrale A perdifiato di e con Patricia Zanco, attraverso le interviste televisive sulla vicenda del disastro del Vajont ed i racconti di quanti l'hanno conosciuta.

Dall'impegno nell'Assemblea Costituente all'avventura politica come sindaco di Firenze tra il '51 e il '65, la figura di Giorgio La Pira, chiamato il sindaco santo, profeta della pace,[1], offre pagine importanti sulla figura di un uomo che ha forse creato uno dei molti moderni concetti di città sia dal punto di vista sociale che da quello economico, pensandole come luogo di aggregazione e di costruzione del futuro. Per completare il percorso sulla sua vita, il Festival ha organizzato anche una mostra in collaborazione con la Fondazione La Pira di Firenze.

Questo focus ha segnato l'inizio di una collaborazione tra il Biografilm Festival e la Fondazione Guglielmo Marconi tesa a valorizzare la figura di un bolognese.

Le grandi anteprime

Sin dalla prima edizione, il Biografilm Festival ha voluto presentare al suo pubblico dei grandi film in anteprima che raccontassero le vite di uomini e donne più o meno famosi, ma comunque importanti. L'edizione 2005 è stata caratterizzata dai seguenti titoli:

La selezione ufficiale

Il film narra la storia di Daniel Johnston, cresciuto in una famiglia di fondamentalisti cristiani, ha sofferto di depressione e schizofrenia sin dall'infanzia, problemi mentali che hanno trovato espressione nella sua musica, che è diventata la sua terapia. Tra rari materiali d'archivio, interviste e la sua musica si ricostruisce la vita di un genio perseguitato dai suoi demoni.

La storia della Corea vista attraverso gli occhi di un barbiere. Un affresco di un paese pieno di contraddizioni. Anteprima Italiana

La vera storia di Parinya Charoenphol che con il suo costume di combattere sul ring truccato come una ragazza, sconvolse l'ambiente della Thai boxe.

La storia di Earl Silas Tupper e Brownie Wise, l'imprenditrice autodidatta che negli anni 1950 fondò un impero economico su un barattolo di plastica con l'aiuto delle "Tupperware Ladies". Tra Tupperware Home Parties, pubblicità dell'epoca e memorie delle migliori venditrici del contenitore in policarbonato trasparente.

Il mistero musicale Jandek. 34 album in 25 anni senza mai una sola apparizione in pubblico o esibizione live, tutti elementi che non hanno fatto altro che creare una leggenda oltre che una ridda di ipotesi tra ammiratori e giornalisti.

La caduta di Alberto Fujimori, un dittatore moderno che per la prima volta si presta di fronte all'occhio di una telecamera per raccontare la sua parabola.

Imelda Marcos, first lady filippina e compratrice compulsiva di scarpe e biancheria intima costosissima, mentre il suo popolo soffriva la fame e veniva vessato dalla dittatura del marito.

Vera, 77enne georgiana madre di Vladimir Putin, Presidente della Russia. Lei credeva di avere perso le tracce del figlio, fino al 1989, anno in cui si sono ritrovati.

Letizia Battaglia, fotoreporter siciliana che racconta come "la mafia si combatte anche con la cultura".

In vent'anni Danilo Dolci è stato candidato per tre volte candidato al Premio Nobel per la Pace. Un uomo straordinario e attualissimo, il "Gandhi" siciliano.

Edizione 2006[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2006 si è svolta dal 7 all'11 giugno e ha presentato focus su Walt Disney, Enzo Ferrari, Zheng He, Marc Bloch, Chet Baker,

Biografilm Festival ha presentato grandi anteprime come American Dreamz di Paul Weitz, Citadel di Atom Egoyan e Grizzly Man di Werner Herzog, Alice di Marco Martins, KZ di Rex Bloomstein.

Tra gli ospiti del festival Moira Orfei, Etienne Bloch, Piero Ferrari e il musicista Tom Kirkpatrick.

Edizione 2007[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2007 si è svolta dal 6 al 10 giugno e ha presentato focus su Thomas Alva Edison, Giovanni Battista Belzoni, Fela Kuti, John Belushi, Danilo Dolci.

Dont Look Back. Omaggio a D. A. Pennebaker e Chris Hegedus

Una panoramica ampia e rappresentativa della produzione dei documentaristi D.A. Pennebaker e Chris Hegedus. Protagonista assoluta la musica.

Omaggio a Gianni Minà

Un tributo all'infaticabile e appassionata opera di Gianni Minà come giornalista e biografo.

Omaggio a Amalie R. Rothschild Lo sguardo di una fotografa e cineasta che, tra il 1968 e il 1974, ha immortalato una generazione che voleva cambiare il mondo.

Le grandi anteprime

Edizione 2008[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2008 si è svolta dall'11 al 15 giugno e ha presentato focus su Jean Seberg, Hunter S. Thompson, Andy Warhol, Monty Python e Syd Barrett. La selezione ufficiale ha visto in concorso Shot in the Dark, Glass: A Portrait of Philip in Twelve Parts, Children of the Sun, Hear and Now, Pancho Villa, la revolución no ha terminado, Audience of One, Shake the Devil Off, Les Lip, l'imagination au pouvoir, Lucio, Joy Division. Fuori concorso sono stati presentati Il secolo lungo, Finding Kraftland, Lo sguardo ritrovato, An Independent Mind, Hats Off. Biografilm Festival ha presentato Freedom from Fear di Milena Kaneva e Fallen Champ: The Untold Story of Mike Tyson di Barbara Kopple, una retrospettiva completa dedicata a Charlie Kaufmann

Pop Lives! Warhol

Omaggio a Peter Whitehead

Omaggio a Edo Bertoglio

Edizione 2009[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2009 si è tenuta sempre a Bologna dal 10 al 15 giugno. Ha presentato focus su i fratelli Warner, Galileo Galilei, Klaus Kinski, Groucho Marx, Andrea Pazienza, e un omaggio al mitico Festival di Woodstock '69 nel suo quarantennale e una retrospettive dedicata al regista Julien Temple. La giuria era composta da Michela Gallio, Roberta Ronconi, Spiros Stathoulopoulos e Stan Warnow. La selezione ufficiale ha visto in concorso: Run for Your Life, The English Surgeon, Forgetting Dad, Protagonist, Citizen Havel, Unmistaken Child, In Search of Memory, In a Dream, Persona non grata e Garbage Warrior. Fuori concorso sono stati presentati A President to Remember: In the Company of John F. Kennedy e Deconstructing Dad: The Music, Machines and Mystery of Raymond Scott.

Back to Woodstock

Omaggio a Julien Temple

Edizione 2010[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2010 si è svolta dal 9 giugno al 14 giugno, Protagonisti dell'edizione 2010 sono stati gli anni sessanta: dall'arrivo della televisione nelle case degli italiani alle storiche olimpiadi di Roma del 1960 passando per la Hollywood sul Tevere e le leggendarie notti beat del Piper. Ha presentato focus su Alberto Manzi, John Lennon, Armando Testa, Angela e Luciana Giussani, Peter Sellers e Fabrizio De André. La selezione ufficiale ha visto in concorso: Space Tourists, The Rainbow Warriors of Waiheke Island, Guest of Cindy Sherman, Sins of My Father, The Time of Their Lives, Marilyn, dernières séances, Genius Within: The Inner Life of Glenn Gould, El ambulante, Big River Man, American Radical: The Trials of Norman Finkelstein, The Rainbow Warriors of Waiheke Island e Big River Man. Nella sezione Biografilm erano in gara i seguenti film: L'épine dans le coeur, My Son, My Son, What Have Ye Done, Art & Copy, The Cove, Armando Testa - Povero ma moderno, Mr. Nobody, Casino Jack and the United States of Money, Kings of Pastry, Séraphine. Nella sezione Biografilm Italia i film in gara erano: Isola delle Rose - La libertà fa paura, Negli occhi, La promessa, L'abito e il volto, incontro con Piero Tosi, Folder, L’uomo dalla bocca storta. Fuori concorso solamente un film, Coming Back for More.

Italia 60

Biografilm Stories

Omaggio a John Scheinfeld

Edizione 2011[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2011 si è svolta dal 10 al 20 giugno, per 10 giorni. Gli anni ottanta, che hanno segnato in modo indelebile più di una generazione, sono stati il fulcro tematico dell'edizione. Non a caso, gli argomenti basilari affrontati sono stati l'inizio della rivoluzione digitale, la rinascita della coscienza ecologica e l'inizio della globalizzazione nella postmodernità. Ha presentato focus su Elsa Schiaparelli, Emilio Salgari, Ernest Hemingway, Marshall McLuhan e Freddie Mercury

Edizione 2012[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2012 si è svolta sempre a Bologna dall'8 al 18 giugno, per 11 giorni. Oltre al Biografilm Village (Cinema Lumiere) e al Bio Parco (Parco del Cavaticcio), quest'anno il festival ha occupato anche la Biografilm Street (Via Mascarella). Il tema principale è stato The Days After, ovvero tutte le volte che il mondo è finito.

Ha presentato focus su Mario Mieli, John Cage, Adriano Olivetti, Ken Kesey e Kurt Cobain. La giuria era composta da Leonard Maltin, Paul Zaentz, John Scheinfeld, Marcello Paolillo e Mike Freedman. La selezione ufficiale ha visto in concorso: HOPPER: In His Own Words, Jason Becker: Not Dead Yet, Joschka and Sir Fischer, Le Faute à mon Père, Luciana Astellina, Comunista, Love and Politics, Ricky on Leacock, Sea of Butterfly, The Education of Auma Obama e The Search for Michael Rockefeller. Fuori concorso sono stati presentati El Jardín Imaginario, Jiro Dreams of Sushi e Yemen's Reluctant Revolutionary.

Le altre sezioni del festival sono state Contemporary Lives, Together, The Last Day e The Days After, nonché sezioni su Ron Mann, Andrea Segre, Werner Herzog e Rainer Werner Fassbinder.

L'ottava edizione ha visto inoltre l'introduzione dei Secret Screenings, cinque proiezioni di film "a sorpresa".

In tutto sono state proiettate 123 pellicole, di cui 121 in anteprima italiana.

Edizione 2013[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2013 si è tenuta dal 7 al 17 giugno. Come nell'edizione precedente, sono stati confermati il Biografilm Village (Cinema Lumiere) e il Bio Parco (Parco del Cavaticcio), e la Biografilm Street (Via Mascarella); è sorto poi un nuovo luogo, il Biografilm District a Pieve di Cento. Il tema di quest'anno è stato Look Forward.

Ha presentato retrospettive su Ed Lachman e Gianfranco Rosi e focus su Morgan Spurlock, Ross Kauffman, Phil Cox, Leslie Iwerks, Jessica Yu, Steve James, Victor Kossakovsky, Liz Garbus, Nelson George, Rafael Duran Torrent, Kim Munsamy, Callum Cooper. La giuria di Biografilm Italia era composta da Francesco Amato (presidente), Chloé Barreau e Fiorenza Menni, mentre la giuria internazionale da Ed Lachman, Alison Klayman, Paola Pallottino, Filippo Vendemmiati e Jane Weiner.

Edizione 2014[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione 2014 si è tenuta dal 6 al 16 giugno. Come nell'edizione precedente, sono stati confermati il Biografilm Village (Cinema Lumiere) il Bio Parco (Parco del Cavaticcio), e il Biografilm District a Pieve di Cento. Il tema di quest'anno è stato What's Culture?. Che cos'è la Cultura? Come la creiamo e come la esprimiamo? Il Festival ha tentato di rispondere a queste domande tramite una selezione di documentari che da un lato esplorano i temi e le idee e le testimonianze dei grandi personaggi del mondo della Cultura, dall'altro raccontano la Cultura attraverso quelli che sono i suoi luoghi e le sue “cattedrali”.
Per la sua decima edizione, Biografilm Festival ha inoltre offerto uno spazio maggiore al cinema di fiction, dedicando al genere biopic la neonata sezione Biografilm Europa, che ha presentato i migliori film a tema biografico prodotti dai 28 paesi dell'Unione Europea raccontando attraverso l'importanza strategica della produzione biografica.
Importante novità è stata la nascita di Bio To B, tre giorni di networking dedicati alla promozione di documentari biografici e biopic, dal 12 al 14 giugno. Il progetto è stato realizzato con la collaborazione di D.E-R (Documentaristi Emilia-Romagna) e con il supporto della Regione Emilia-Romagna.
Numerosi i grandi autori e maestri del mondo del cinema omaggiati in questa decima edizione con retrospettive dedicate: Lenny Abrahamson, Sebastian Lelio, Nicolas Philibert, ZimmerFrei, Daniele Incalcaterra, Corso Salani, Chris Hegedus e Donn Alan Pennebaker, Giovanni Piperno e Agostino Ferrente. Tra gli altri ospiti di spicco di questa edizione: Ulay, Niccolò Ammaniti, Danny Bramson e due attiviste del gruppo Femen insieme alla regista del documentario a loro dedicato Kitty Green.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

I premi della giuria di Biografilm Italia

  • Biografilm Italia Award - in collaborazione con Tassoni

I premi della giuria internazionale

  • Best film Unipol Award | Biografilm Festival
  • Life Tales Award | Biografilm Festival
  • Richard Leacock Award | Biografilm Festival alla migliore opera prima

I premi del pubblico

  • Audience Award | Biografilm Festival
  • Audience Award | Biografilm Contemporary Lives
  • Biografilm Europa Audience Award #inspiredby Lufthansa
  • Audience Award | Biografilm Italia

I premi del Guerrilla Staff

  • Guerrilla Staff Award
  • Miglior Ospite Biografilm

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2005[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2006[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2007[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2008[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2009[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2010[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2011[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2012[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2013[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2014[modifica | modifica wikitesto]

Edizione 2015[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio HERA "Nuovi Talenti": Il complotto di Chernobyl - The Russian Woodpecker di Chad Gracia
  • Biografilm Italia Award: Napolislam di Ernesto Pagano
  • Premio Speciale Unipol Biografilm Collection: Numero Zero di Enrico Bisi
  • Audience Award: La memoria dell'acqua (El botón de nácar) di Patricio Guzman
  • Audience Award - Biografilm Contemporary Lives: India's Daughter di Leslee Udwin
  • Biografilm Europa Audience Award: Dio esiste e vive a Bruxelles (Le tout nouveau testament) di Jaco Van Dormael
  • Audience Award - Biografilm Italia: L' equilibrio del cucchiaino di Adriano Sforzi
  • Audience Award - Biografilm Music: Numero Zero di Enrico Bisi
  • Guerrilla Staff Award: Dio esiste e vive a Bruxelles (Le tout nouveau testament) di Jaco Van Dormael
  • Miglior Ospite: Matteo Garrone
  • Biografilm School Award (miglior film): The Visit di Michael Madsen
  • Biografilm School Award (miglior contenuto): SmoKings di Michele Fornasero
  • Celebration of Lives Award: Mario Carbone, Matteo Garrone, Michael Madsen e Frederick Wiseman.

Edizione 2016[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN1149485391893420015