BioMed Central

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
BioMed Central
BioMed Central 2018.svg
StatoRegno Unito Regno Unito
Fondazione2000
Fondata daCurrent Science Group
Sede principaleLondra
GruppoSpringer Nature
SettoreComunicazione scientifica
ProdottiPubblicazioni scientifiche
Sito webwww.biomedcentral.com/

BioMed Central (BMC) è un editore scientifico per profitto britannico specializzato in riviste ad accesso libero nato nel 2000. BioMed Central e le società "sorelle" Chemistry Central e PhysMath Central pubblica oltre 200 riviste scientifiche. La maggior parte delle riviste BioMed Central sono ora pubblicate su internet. Si descrive come il primo e il più grande editore scientifico ad accesso libero. È di priorità di Springer Nature.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

BioMed Central è stata fondata nel 2000 come parte del Current Science Group (ora Science Navigation Group, SNG), un vivaio di case editrici scientifiche. Il presidente di SNG Vitek Tracz ha sviluppato il concetto per l'azienda dopo che il concetto di PubMed Central del direttore del NIH Harold Varmus per la pubblicazione ad accesso aperto è stato ridimensionato.[1] Il primo direttore dell'azienda è stato Jan Velterop. Chemistry Central è stata fondata nel 2006 e la stampa della rivista PhysMath Central nel 2007.

Nel 2002, la società ha introdotto le tariffe per l'elaborazione degli articoli,[2] e da allora queste sono state la principale fonte di entrate. Nel 2007 le biblioteche della Yale University hanno smesso di sovvenzionare le spese di elaborazione degli articoli della BioMed Central per i ricercatori di Yale.[3]

Nell'ottobre 2008, è stato annunciato che BioMed Central (insieme a Chemistry Central e PhysMath Central) era stata acquisita da "Springer Science + Business Media" (oggi Springer Nature), il secondo editore di STM.[4] I marchi Chemistry Central e PhysMath Central, da allora, sono stati ritirati.

Nel novembre 2008, BioMed Central è diventata un'organizzazione ufficiale di supporto di Healthcare Information For All.[5]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Interview with Vitek Tracz: Essential for Science, su Infotoday.com. URL consultato il 15 marzo 2012.
  2. ^ Barbara Quint, BioMed Central Begins Charging Authors and Their Institutions for Article Publishing, su Information Today, 7 gennaio 2002. URL consultato il 1º febbraio 2018.
  3. ^ (EN) Yale Libraries Pull Out of BioMed Central Over Cost of Publication, su The Chronicle of Higher Education, 9 agosto 2007. URL consultato il 27 febbraio 2019.
  4. ^ Peter Suber, Peter Suber, Open Access News, su Earlham.edu, 7 ottobre 2008. URL consultato il 15 marzo 2012.
  5. ^ HIFA Supporting Organisations, su HIFA2015 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2014).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN153945870 · ISNI (EN0000 0004 0544 054X · LCCN (ENno2002099791 · WorldCat Identities (ENlccn-no2002099791