Bimatoprost

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Bimatoprost
Bimatoprost.svg
Nomi alternativi
17-fenil-tri-norprostaglandin-F-etilammide
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC25H37NO4
Massa molecolare (u)415.566 g/mol
Numero CAS155206-00-1
Codice ATCS01EE03
PubChem5311027
DrugBankDB00905
SMILES
CCNC(=O)CCCC=CCC1C(CC(C1C=CC(CCC2=CC=CC=C2)O)O)O
Indicazioni di sicurezza
Frasi H---
Consigli P--- [1]

Bimatoprost è un principio attivo, e con il latanoprost e il travoprost fanno parte degli analoghi delle prostaglandine.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Indicato nel trattamento nell'ipertensione oculare e nel glaucoma ad angolo aperto.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Viene sconsigliato l'uso in caso di gravidanza e allattamento e nei pazienti con meno di 18 anni, si può osservare cambiamento del colore dell'iride.

Posologia[modifica | modifica wikitesto]

  • instillare 1 volta ogni giorno per la durata del trattamento

Effetti collaterali[modifica | modifica wikitesto]

Fra gli effetti collaterali si riscontrano cefalea, cataratta, fotofobia, bradicardia, cheratite, fotofobia, uveite, rash cutaneo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 10.07.2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]