Billy Howle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

William Walter Douglas Howle, noto più semplicemente come Billy Howle (Stoke-on-Trent, 9 novembre 1989), è un attore britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Stoke-on-Trent, nello Staffordshire, secondo dei quattro figli di un’insegnante e di un professore di musica all'università del Kent. Vive gli anni della sua adolescenza a Scarborough, dove si appassiona alla recitazione, collaborando con piccole compagnie teatrali e partecipando a laboratori per bambini con difficoltà comportamentali e bisogni speciali. Di conseguenza, si iscrive alla Bristol Old Vic Theatre School, deciso a imparare le convenzioni del teatro classico, laureandosi nel 2013.[1]

In seguito, ha recitato a Bristol nel musical teatrale The Little Mermaid, e successivamente a New York presso la Brooklyn Academy of Music nella produzione di Spettri di Henrik Ibsen per la regia di Richard Eyre.[2] Uno dei primi ruoli di rilievo è stato quello di James Warwick nella miniserie televisiva Glue.

Nella seconda metà del 2017 fa le prime incursioni nel cinema, ottenendo una parte nei film L'altra metà della storia e Dunkirk. Si aggiudica i primi ruoli da protagonista in Chesil Beach - Il segreto di una notte, tratto dall'omonimo romanzo di Ian McEwan, e Il gabbiano, adattamento cinematografico dell'omonima pièce di Anton Čechov. In entrambi i film recita al fianco di Saoirse Ronan. Si distingue inoltre nella serie televisiva MotherFatherSon, in cui recita al fianco di Richard Gere e di Helen McCrory.

Assieme a Logan Lerman e Matthew Beard, Howle è stato il volto della campagna primavera/estate 2016 di Prada, realizzata da Craig McDean.[3]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Billy Howle è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Billy Howle, su interviewmagazine.com, Interview Magazine.com. URL consultato il 7 marzo 2018.
  2. ^ (EN) An Interview with Billy Howle, su bbc.co.uk. URL consultato il 7 marzo 2018.
  3. ^ (EN) Janelle Okwodu, Meet Prada’s Next Generation of Leading Men, su vogue.com. URL consultato il 7 marzo 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN13149912458506211717 · LCCN (ENno2017083511 · GND (DE1173017364 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017083511