Billie Thomas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Billie Thomas ai tempi di Buckwheat

Billie "Buckwheat" Thomas (Los Angeles, 12 marzo 1931Los Angeles, 10 ottobre 1980) è stato un attore statunitense, uno degli attori bambini afroamericani protagonisti nel gruppo delle Simpatiche canaglie, dal 1934 al 1944 (tra i 3 e i 13 anni d'età).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1931 nello Stato della California, Billie Thomas entra giovanissimo nel 1934 nel gruppo della serie cinematografica statunitense Simpatiche canaglie, dove acquista grande notorietà nella parte di "Buckwheat". Lo studio cercava un "sostituto" di Matthew "Stymie" Beard, che di li' a poco avrebbe lasciato la serie, ma più ancora l'erede di Allen "Farina" Hoskins che dal 1922 al 1931 era stato uno dei personaggi più popolari della serie. Il ruolo di "Buckwheat" ricalca in effetti da vicino quello di "Farina" e Thomas dimostrò di esserne il degno erede, divenendo presto un elemento insostituibile del gruppo. Rimase nel cast quando la serie passò ad essere prodotta dagli Hal Roach Studios alla Metro Goldwyn Mayer nel 1938, è stato l'unico membro del cast ad apparire in tutte le 52 puntate della M.G.M. ad anche l'unico dell'era Hal Roach a recitare nella serie fino alla sua fine nel 1944. Affermatosi con Matthew Beard, Paul White e Philip Hurlic già negli anni trenta come uno tra i più noti attori bambini afroamericani, Thomas mantiene lo stesso status di successo nei primi anni Quaranta (ora assieme a Cordell Hickman e Glenn Leedy), ricoprendo anche ruoli in alcuni lungometraggi.[1]

Per quanto i ruoli loro offerti fossero largamente stereotipati, la serie delle Simpatiche canaglie era allora la sola dove attori afroamericani lavorassero integrati come co-protagonisti in un gruppo in cui tutti i ruoli erano in eguale misura stereotipati.[2] Occorrerà attendere gli inizi degli anni Sessanta per vedere emergere al cinema e alla televisione un'altra generazione di attori bambini afroamericani, ora impegnati a costruire una tradizione di ruoli lontani dagli stereotipi del passato, prima con Steven Perry e poi con Marc Copage, George Spell, Kevin Hooks e Erin Blunt.[3]

Abbandonata la carriera attoriale, nel 1954 Thomas si arruolò nell'Esercito degli Stati Uniti. Per il suo servizio nella guerra di Corea venne premiato con la National Defense Service Medal e la Good Conduct Medal, congedandosi nel 1956. Anche se ebbe diverse proposte per tornare a calcare le scene in ruoli cinematografici e teatrali, non aveva più voglia di cimentarsi a Hollywood come attore. Riuscì a ritagliarsi una buona carriera in qualità di tecnico di laboratorio cinematografico con la società Technicolor.[4]

Il 31 luglio 1980 Thomas partecipa ad Hollywood ad una reunion del cast delle Simpatiche canaglie organizzato da The Sons of the Desert.[5] È la sua ultima apparizione pubblica. Muore per un attacco di cuore nel suo appartamento di Los Angeles il 10 ottobre 1980, all'età di 49 anni. Riposa nell'Inglewood Park Cemetery, Inglewood, California.[6]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

"Buckwheat" Thomas[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di "Buckwheat" interpretato da Billie Thomas nella serie delle Simpatiche canaglie dal 1934 al 1944 è stato ripreso numerose volte nei più svariati media:[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Billie Thomas, in Internet Movie Database, IMDb.com.
  2. ^ Leonard Maltin e Richard W. Bann, The Little Rascals: The Life & Times of Our Gang, New York: Crown Publishing/Three Rivers Press, 1977 (rev. 1992). ISBN 0-517-58325-9
  3. ^ Donald Bogle, Toms, Coons, Mulattoes, Mammies & Bucks: An Interpretive History of Blacks in American Films, New York: Continuum, 1973 (rev. 2001).
  4. ^ John Holmstrom, The Moving Picture Boy, p. 175.
  5. ^ The Terrible Catsafterme.
  6. ^ "Billie Thomas" in Find a Grave.
  7. ^ Buckwheat As Seen In Other Media] in Our Gang Wiki.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Holmstrom, The Moving Picture Boy: An International Encyclopaedia from 1895 to 1995, Norwich: Michael Russell, 1996, p. 175.
  • Edward Edelson. Great Kids of the Movies, Garden City, NY: Doubleday, 1979, pp. 62-63.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN29486207 · LCCN: (ENnr2004028759