Bill Denbrough

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
William Denbrough
UniversoIT
Lingua orig.Inglese
Alter egoIl balbuziente
SoprannomeBill
AutoreStephen King
1ª app. inIt (1986)
Ultima app. inIt - Capitolo due (2019)
Interpretato da
Voci italiane
Specieumano
SessoMaschio
Etniastatunitense
Luogo di nascitaDerry
Professionescrittore

«L'assassino è stato assassinato lungo un sentiero di sassi e sterpi. L'assassino è stato assassinato con sentiero di sassi e sterpi.»

(Bill rivolto a Pennywise/It nella sua vera, mostruosa forma del ragno gigante nella miniserie televisiva)

William Denbrough, soprannominato Bill, è un personaggio del romanzo IT di Stephen King. È il leader del Club dei Perdenti, e il protagonista della storia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bill è nato a Derry, nel Maine. Suo fratellino minore George muore a 6 anni ucciso mentre gioca con la barchetta e da quel momento iniziano a venire brutalmente massacrati una serie di ragazzi. Insieme a sei suoi amici (Eddie, Ben, Richie, Stan, Bev e Mike), tutti d'età compresa tra i 10 e gli 11 anni come lui, Bill fonda il Club dei Perdenti e scopre attraverso varie ricerche che ad uccidere i bambini è una creatura demoniaca che loro chiamano It. Inoltre, scoprono che per sconfiggerlo si deve fare un rituale, il Rito di Chud, grazie al quale It non si farà più vivo per cent'anni. I perdenti scendono nelle fogne della città (dove It risiede) e Bill sconfigge It con il Rito di Chud aiutato da un'altra entità che rappresenta il bene chiamata Tartaruga, che poi morirà perché si vomiterà nel guscio, soffocando. Usciti dalle fogne Bill taglia con un vetro di una bottiglia di Coca Cola le mani di ogni perdente per fare un patto di sangue: se It si risveglierà i Perdenti torneranno a Derry per ucciderlo definitivamente. Ventisette anni dopo Bill cresce e dimentica tutto, diventa uno scrittore horror di successo e si trasferisce con la moglie attrice Audra Phillips in Inghilterra.Mike Hanlon, che è rimasto a Derry, si accorge che It è tornato e chiama tutti i perdenti. Stan, consapevole di non poter più affrontare It perché ormai è adulto, si taglia le vene dei polsi, uccidendosi. Quando i perdenti arrivano a Derry It è spaventato, così libera dal carcere il bullo che aveva perseguitato i ragazzi, Henry Bowers. Henry ferisce gravemente Mike e spezza un braccio a Eddie, il quale però riesce a ucciderlo. It, consapevole che il violento marito di Beverly Tom Rogan l'ha inseguita pensando che avesse una relazione con Bill, si allea con lui e gli dice di portare Audra Phillips nelle fogne. Tom lo fa, ma quando vede la vera forma di It, muore di infarto per l'orrore. Bill e i Perdenti scendono nelle fogne e, malgrado siano adulti e siano in cinque (Stan si è suicidato e Mike è all'ospedale), riescono ad uccidere It, che riesce a deporre le uova. Ben riesce a distruggerle tutte. Durante lo scontro It divora il braccio di Eddie, che muore dissanguato. Ucciso definitivamente It, si scatena una tempesta a Derry (questo sottolinea il fatto che It e Derry siano praticamente una cosa unica) e Bill, i Perdenti e Audra riescono a salvarsi. Mike è vivo ma Audra è diventata catatonica, questo causa una depressione a Bill. Bill, per risvegliare Audra, prende la sua vecchia bici Silver e fa un giro in strada con Audra sul portapacchi. A un tratto Audra si sveglia e bacia Bill in mezzo alla strada. Ormai i Perdenti hanno già dimenticato tutto.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Ricezione[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo di Denbrough nel romanzo e negli adattamenti riflette il tema generale della perdita dell'innocenza. Lo sviluppo di Bill in un adulto maturo a causa della perdita di suo fratello, Georgie, e la minaccia di Pennywise è stato ampiamente trattato dalla critica. Le interpretazioni del personaggio di Brandis, Martell e McAvoy sono state anche molto apprezzate per aver incarnato lo spirito del personaggio. Il ritratto di Martell in particolare è stato notato per i temi più adulti esplorati nell'adattamento del 2017 e per l'impegno di Martell nel perfezionare la balbuzie del personaggio. Mentre il ritratto di Denbrough di Brandis nella miniserie del 1990 è stato acclamato, il ritratto di Thomas dell'adulto Bill ha ricevuto reazioni contrastanti da parte di fan e critici.[1][2][3][4][5][6]

Il personaggio è citato in altri romanzi di King: 11/22/63 e Bag of Bones. In Bag of Bones, il personaggio di Johanna è fan dei romanzi di Denbrough e lo considera uno dei suoi autori contemporanei preferiti.[7] Bill è brevemente citato anche in 11/22/63, e altri membri del "Club dei predenti", Beverly Marsh e Richie Tozier, compaiono fisicamente.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alison Green, Jaeden Lieberher Has That "It" Factor, in Flaunt, 14 settembre 2017. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  2. ^ Patrick Shanley, 'It' Star Jaeden Lieberher on Leading the Losers' Club, Adjusting to Life After a Box-Office Hit, in The Hollywood Reporter, 15 settembre 2017. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  3. ^ Rebecca Rubin, 'It' Star Jaeden Lieberher on Deleted Scene, Sequel Plans and Perfecting His Stutter, in Variety, 20 settembre 2017. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  4. ^ (EN) Fred Topel, What Jaeden Martell Hopes His Adult Self Learns In 'It: Chapter Two', su Showbiz Cheat Sheet, 30 agosto 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  5. ^ (EN) Maggie Dela Paz, James McAvoy Reveals Origin of IT Chapter Two's Hall of Mirrors Scene, su Comingsoon.net, 20 agosto 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  6. ^ Leonard G. Heldreth, Rising Like Old Corpses: Stephen King and the Horrors of Time-Past, in Journal of the Fantastic in the Arts, vol. 2, 1 (5), Spring 1989, pp. 5–13, ISSN 0897-0521 (WC · ACNP), JSTOR 43310204.
  7. ^ (EN) Bag of Bones, su The Derry Connection. URL consultato il 26 ottobre 2019.
  8. ^ (EN) Gilbert Cruz, How 11/22/63 Fits Into Stephen King's Ever-Expanding Universe, in Time, 4 novembre 2011. URL consultato il 26 ottobre 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura