Biennale di Berlino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Biennale di Berlino, biennale d'arte contemporanea, Berlino, ideata nel 1997 dal Kunst Werke, spazio per l'arte contemporanea fondato nei primi anni Novanta nella Berlino Est.

  • 1998 - La prima edizione ebbe luogo in diversi luoghi nel 1998. Fu curata da Klaus Biesenbach, Hans-Ulrich Obrist e Nancy Spector.
  • 2001 - La seconda edizione ebbe luogo dal 20 aprile fino al 20 giugno 2001 con 49 artisti partecipanti da 31 paesi diversi. Fu curato da Saskia Bos.
  • 2004 - La terza edizione della Biennale di Berlino ebbe luogo dal 14 febbraio al 18 aprile 2004. La curatrice fu Ute Meta Bauer.
  • 2006 - La Biennale di Berlino è giunta nel 2006 alla sua quarta edizione. Il team di curatori della quarta edizione fu composto da Massimiliano Gioni (direttore della Fondazione Nicola Trussardi di Milano), Ali Subotnik (curatrice indipendente di New York) e l'artista Maurizio Cattelan. Il progetto espositivo, dal titolo Di uomini e di topi non si è sviluppato attorno ad una tematica, ma attraverso il concetto di luogo: gli interventi artistici site-specific si sono infatti dislocati lungo Auguststrasse, la via dove si trova il Kunst Werke, e hanno preso posto per strada, negli appartamenti privati, nella moschea, nell'ufficio postale, nel cimitero.
  • 2008 - La quinta edizione fu curata da Adam Szymczyk e Elena Filipovic nella primavera del 2008 dal 5 aprile al 15 giugno.
  • 2010 - La sesta edizione ebbe luogo dall'11 giugno fino all'8 agosto 2010. La curatrice fu Kathrin Rhomberg.
  • 2012 - La settima edizione ebbe luogo dal 26 aprile al 1º luglio 2012 [1].
  • 2014 - L'ottava edizione ebbe luogo dal 29 maggio al 3 agosto 2014 [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN140453536 · LCCN: (ENnr00001104 · GND: (DE16288358-4 · BNF: (FRcb15587459t (data)