Bicromato di sodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bicromato di sodio
Formula di struttura
Aspetto del sale secco
Nomi alternativi
dicromato di sodio diidrato
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Na2Cr2O7
Massa molecolare (u) 261,97 g/mol
Aspetto solido arancione
Numero CAS 10588-01-9
Numero EINECS 234-190-3
PubChem 25408
SMILES [O-][Cr](=O)(=O)O[Cr](=O)(=O)[O-].[Na+].[Na+]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2,35 (20 °C) (diidrato)
Solubilità in acqua 731,8 g/l (20 °C) (diidrato)
Temperatura di fusione 356 °C (629 K) (sost. anidra)
Temperatura di ebollizione 400 °C (673 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta pericoloso per l'ambiente comburente corrosivo tossico a lungo termine
pericolo
Frasi H 272 - 350 - 340 - 360 - 301 - 312 - 330 - 314 - 317 - 334 - 372 - 410
Consigli P 201 - 273 - 280 - 301+330+331 - 302+352 - 304+340 - 305+351+338 - 309+310 [1]

Il bicromato di sodio è un sale di sodio dell'acido bicromico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido arancione quasi inodore. È un composto cancerogeno, mutageno, molto tossico, irritante, allergenico, pericoloso per l'ambiente.

Generalmente cristallizza come diidrato pertanto la sua formula è Na2Cr2O7 · 2H2O.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda del bicromato di sodio su IFA-GESTIS

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia