Biblioteca Pietro De Nava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Biblioteca Comunale "Pietro De Nava"
Biblioteca De Nava (Reggio Calabria).jpg
Facciata della Biblioteca De Nava
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Reggio Calabria
Indirizzo Via Demetrio Tripepi, 9
Caratteristiche
Tipo Biblioteca storica di conservazione
Biblioteca moderna di cultura generale

La Biblioteca Comunale "Pietro De Nava" di Reggio Calabria è la più antica tra le biblioteche calabresi. Anticamente denominata Regia Biblioteca Ferdinandiana, fu poi intitolata a Pietro De Nava, fratello di Giuseppe De Nava, donatore del villino all'interno del quale è stata trasferita la sede centrale nel 1928.

Il villino De Nava, poi ampliato con la costruzione di un altro edificio in anni più recenti, è sito in via Demetrio Tripepi 9. Altre sedi decentrate si trovano in diversi quartieri della città.

La biblioteca[modifica | modifica wikitesto]

Ex Villa De Nava ora sede di incontri culturali

La Biblioteca De Nava può essere definita storica di conservazione, dopo due secoli dalla sua istituzione è per tradizione prevalentemente di indirizzo umanistico, ma anche una struttura moderna di cultura generale.

Il pregevole fondo pergamenaceo comprende 147 pergamene tra cui capitoli, lettere, privilegi concessi dai sovrani, diplomi di laurea e bolle pontificie. Il documento più antico risale al 25 novembre 1285.

La "Sezione manoscritti e libri antichi", comprende 15 incunaboli, 582 cinquecentine, 974 tomi del Seicento, 3.793 del Settecento 45 manoscritti. Le opere sono state censite ed il catalogo è in corso di pubblicazione da parte del Ministero dei Beni Culturali.

A parte le fornitissime "Sezione Calabria" e "Fondo Sandicchi", vi sono importanti donazioni come quella di Corrado Alvaro, Giuseppe De Nava, Gennaro Giuffrè, Alliance Française, del Prof. Domenico De Giorgio, del Dott. Domenico Iaria, del Prof. Vincenzo Mezzatesta, dell'On. Antonio Priolo, di Vittorio Visalli e molte altre. Complessivamente il patrimonio bibliografico conta 115.000 opere, mentre quello emerografico 424 raccolte.

Il catalogo carteceo comprende:

  • Catalogo alfabetico per autori
  • Catalogo sistematico per materia (secondo la Classificazione decimale Dewey)
  • Catalogo per soggetti ordinato secondo l'alfabeto latino
  • Catalogo "Sezione Calabria" alfabetico per autori
  • Catalogo "Sezione Calabria" sistematico per materia
  • Catalogo periodici
  • Catalogo manoscritti
  • Catalogo "Cinquecentine"
  • Catalogo libri del Seicento
  • Catalogo libri del Settecento
  • Catalogo sala "Corrado Alvaro"
  • Catalogo "Pergamene"
  • Catalogo "Carte De Nava"

e molti altri prossimamente disponibili tra i quali:

  • Catalogo "Fondo Pasquale Sandicchi"
  • Catalogo "Donazione Giuffrè"
  • Catalogo "Donazione Domenico Iaria"
  • Catalogo "Donazione Vittorio Visalli"

Servizi al pubblico[modifica | modifica wikitesto]

I servizi a disposizione del pubblico sono:

  • Lettura e consultazione in sede;
  • Prestito locale, interbibliotecario nazionale ed internazionale per gli utenti iscritti e residenti nell'ambito della Provincia di Reggio Calabria (necessaria registrazione nell'archivio utenti);
  • Servizio autogestito per le fotoriproduzioni;
  • Consultazione, tramite internet, del patrimonio bibliotecario.

Biblioteche decentrate[modifica | modifica wikitesto]

La Biblioteca De Nava gestisce inoltre altre strutture cittadine dislocate in vari quartieri:

  • Biblioteca di Catona - Tel. 0965 600665
  • Biblioteca di Sbarre - Tel. 0965 594624
  • Biblioteca di Gebbione - Tel. 0965 590810
  • Biblioteca di Gallina - Tel. 0965 682231

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Istituita con Decreto Regio del 31 marzo 1818, ebbe la denominazione di "Regia Biblioteca Ferdinandiana".

Tale titolo fu un riconoscente omaggio al sovrano Ferdinando I di Borbone che, dopo la seconda restaurazione, aveva accolto le richieste del sindaco e del decurionato reggino (denominazione che nel periodico borbonico stava ad indicare ciò che oggi è il consiglio comunale).

Il primo nucleo di libri della Ferdinandiana era costituito da alcune centinaia di unità, provenienti in gran parte dalla biblioteca privata settecentesca dell'abate Antonio Spizzicagigli e dalla collezione personale dell'arcivescovo Alessandro Tommasini, che furono sistemati nei locali messi a disposizione della Curia di Reggio Calabria.

Il primo bibliotecario fu il canonico Damaso Pugliatti. Nel 1928, dopo diversi cambi di sede, la Biblioteca Comunale fu trasferita presso la villa "Pietro De Nava", costruita nel 1917 e donata alla città da Giuseppe De Nava, più volte ministro prima del fascismo, nel cui testamento olografo, conservato presso l'Archivio di Stato di Reggio Calabria si legge:

« Istituisco erede mio fratello Vincenzo [...] lego e lascio l'edificio ad uso di biblioteca esistente in contrada Santa Lucia (l'attuale via Demetrio Tripepi), con l'annessa area (limitata dalle mura) con l'annesso giardino con palme al piano superiore, alla mia diletta città di Reggio a condizione che accetti di conservare la destinazione a Biblioteca col titolo che ha e che deve rimanere immutato di Biblioteca "Pietro De Nava", a ricordo del mio amato fratello Pietro. Il detto edificio sarà consegnato al Comune con tutti i libri, quadri, mobili, vasi, scrittoi, ecc. che vi si contengono e di cui si farà inventario, salvo quelle suppellettili di uso strettamente personale (letto, biancheria, piatti, armadi, ecc.) e carte e lettere personali di cui mio fratello disporrà nel modo che crede migliore. Mi rincresce di non essere in grado di fare di più non avendone i mezzi, per dotare anche la Biblioteca di risorse per l'acquisto e incremento di libri »

In questi locali sono state collocate, dopo il restauro della villa, il "Fondo delle Cinquecentine" (Sala Morisani), alcune donazioni quali la "De Nava", la "Sala Corrado Alvaro" e la "Sala Gennaro Giuffrè". Nell'edificio attiguo, che divenne sede ufficiale della biblioteca dal 1958, funziona il servizio bibliotecario.

Elenco dei bibliotecari[modifica | modifica wikitesto]

dal al nome
1818 1832 Can. Don Damaso Pugliatti
1832 1852 Sac. Don Domenico Marra
1853 1854 Diego Vitrioli (aiuto bibliotecario)
1855 1861 Diego Vitrioli
1861 1867 Sac. Don Pietro Paolo Moschella
1867 1887 Sac. Don Lorenzo Lo Faro
1887 1907 Avv. Cesare Morisani
1914 1919 Luigi Aliquò Lenzi (aiuto bibliotecario)
1920 31 gennaio 1928 comm. Luigi Aliquò Lenzi
1º febbraio 1928 3 aprile 1929 Prof. Dott. Attilio da Empoli
aprile 1929 marzo 1930 Felice Scordino (bibliotecario facente funzioni)
aprile 1930 31 dicembre 1930 Prof. Libero Maioli
1931 1943 comm. Luigi Aliquò Lenzi
1944 1963 Nicola Giunta
1964 1975 Dott. Luigi Lucritano
1976 2 febbraio 1987 Dott. Anna Dara
12 febbraio 1987 31 dicembre 2006 Dott. Domenico Edvigio Maria Romeo

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia essenziale sulla Storia della Biblioteca Comunale “Pietro De Nava”

  • Luigi Aliquò Lenzi, Filippo Aliquò Taverriti, Gli Scrittori Calabresi: dizionario bibliografico, RC, “Corriere di Reggio”, 1955;
  • Corrado Alvaro, Opere: romanzi e racconti, a cura e con introduzione di Geno Pampaloni, Milano, Bompiani, 1990;
  • Lia Domenica Baldissarro, Maria Pia Mazzitelli, Archivi De Nava: inventari, in Pubblicazione degli Archivi di Stato -“Quaderni della Rassegna degli Archivi di Stato”, Roma 1991, n. 91;
  • Gaetano Cingari, Reggio Calabria, Bari-Roma, Laterza, 1988;
  • Marisa Cagliostro, Mirella Mafrici, Beni Culturali in Calabria, Chiaravalle C., Effe Emme, 1978;
  • Aurelia D'Agostino, Una città d'arte e di cultura, in Fulvio Mazza (a cura di), Reggio Calabria: storia cultura economia, Soveria Mannelli, Rubbettino Ed,., 1993;
  • Antonio De Lorenzo, Un terzo manipolo di monografie reggine e calabresi, Siena, Bernardino, 1899;
  • Italo Falcomatà, Giuseppe De Nava: un conservatore riformista meridionale, Reggio Cal., E.M.R., 1977;
  • Alfonso Frangipane, Ricordo di Pasquale Sandicchi, in Brutium, 1957, nn.5-6;
  • Carlo Guarna Logoteta, Notizie cronistoriche di Reggio Calabria dal 1797 al 1847, Reggio Cal., D'Angelo, 1891;
  • Un dibattito su Nicola Giunta [presso la Biblioteca Comunale De Nava], in Nicola Giunta, Poesie dialettali, antologia a cura di Antonio Piromalli e Domenico Scafoglio, Reggio Calabria, Casa del Libro, 1977;
  • Guerriera Guerrieri, Un diplomatico bibliofilo: Pasquale Sandicchi,in “Beutium”, nn. 5-6, 1957;
  • Guido Miggiano, La Biblioteca Comunale di Reggio Calabria in 250 anni di vita: cenni storici sulla Biblioteca Comunale di Reggio Calabria, Reggio Calabria, Tip. La Rocca, 195
  • Aldo Maria Morace, Il teatro di Corrado Alvaro, in “Parallelo 38”, 1985, nn. 10-11-12;
  • ID., Il raggio rifranto, Messina, Ed. Sicania, 1990;
  • D., Il libro e la Storia, in Domenico Romeo (a cura di) Scrittori Reggini dal ‘600 al ‘900: catalogo della mostra, Reggio Cal., Ed. Historica, 2006;
  • Loredana Nicolò, Biblioteca, lavori ultimati: ieri mattina la consegna ufficiale all'Amministrazione Comunale, in “Gazzetta del Sud”, 12/4/2000;
  • Vincenzo Paladino, L'opera di Corrado Alvaro, Firenze, Le Monnier, 1972;
  • Ludovico Perroni Grandi, Lettura sul Visalli alla Biblioteca Comunale di Reggio Calabria, Reggio Calabria, Fata Morgana, 1932;
  • Luigi Perroni Grandi, Tra libri e biblioteche: appunti, Reggio Calabria, Tip. Fata Morgana, 1933;
  • Ministero BB.AA. CC. – I.C.C.U., Reggio Calabria. Catalogo delle Biblioteche d'Italia, Milano, Bibliografica, 1993;
  • Presidenza del Consiglio dei Ministri, Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Catalogo collettivo dei periodici posseduti dalle Biblioteche di Reggio Calabria,, Roma, Centro Stampa S.S.P.A., 1999;
  • Raul Radice, Pasquale Sandicchi e la sua biblioteca, in Brutium, 1994, nn. 11-12;
  • Domenico Romeo, La Biblioteca di Reggio Calabria e «Le letture di storia letteraria calabrese», in “Historica”, Reggio Calabria, aprile-giugno 1985, A. XXXVIII, n. 2;
  • ID., Fonti a stampa sul terremoto del 1908. Materiale bibliografico ed emerografico della Biblioteca Comunale “De Nava di Reggio Calabria”, in “Rivista Storica Calabrese”, N.s:, 1991-1992, nn. 1-4;
  • ID., Fonti a stampa su Garibaldi nella Biblioteca Comunale di Reggio Calabria, in “Calabria Sconosciuta”, 1993, n. 57;
  • ID., Zanotti Bianco e l'organizzazione della cultura popolare nel Mezzogiorno, in “Historica”, 1997, n. 4;
  • ID., Due documenti sulla “Villetta De Nava” e sulla Biblioteca di Reggio Calabria, in “Historica”, A. LIV, n. 3;
  • ID., Il Sen. Pasquale Sandicchi: Ambasciatore, bibliofilo e “bibliotecario per passione", in “Historica”, 2003, n. 1;
  • ID., Domenico De Giorgio e la sua “Historica”, in “Historica”, 2003, n. 2;
  • Domenico Romeo, Maria Ascone, Francesca Laganà e Anna Maria Saccà, (a cura di), Guida alle Biblioteche Comunali di Reggio Calabria, Reggio Calabria, Ed. Historica, 2006, II ed. rived. ed ampliata 2008;
  • Giuseppe Emiliano Scappatura, Nicola Giunta, in “Calabria Letteraria”, ottobre-novembre-dicembre 2000;
  • Domenico Spanò Bolani, Carlo Guarna Logoteta, Domenico De Giorgio, Storia di Reggio di Calabria: dai tempi primitivi al1908 , RC, “La Voce di Calabria, 4 voll., [1957];
  • Agazio Trombetta, Reggio: immagini dalla storia, Reggio Cal., Fasam, 1990;
  • ID., Quegli anni da non dimenticare: Reggio Calabria (1920-1946), Reggio Cal., Laruffa, 1998;
  • Rassegna stampa di quotidiani locali e periodici diversi: dal 1958 al 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]