Bibliografia sugli armoriali delle famiglie italiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La bibliografia degli armoriali delle famiglie italiane raccoglie testi e siti web, seri ed affidabili, su armi e stemmi delle famiglie nobili e notabili italiane.
Questi stessi testi sono stati utilizzati per la compilazione delle varie voci che costituiscono l'Armoriale delle famiglie italiane.
Ogni documento è identificato da un codice univoco di quattro lettere.

  • AMDC: Alessandro Augusto Monti della Corte, Armerista bresciano, camuno, benacense e di Valsabbia, Brescia, Tipolitografia Geroldi, 1974.
  • ANNB: Annuario della Nobiltà Italiana, Teglio, S.A.G.I., 2006 - 2010.
  • ARCH: Giorgio Aldrighetti, Stemmi di cittadinanza delle antiche famiglie chioggiotte [collegamento interrotto], su L'araldica gentilizia.
  • ARCN: R. Albanese e S. Coates, Araldica cuneese, Cuneo, Società per gli studi storici, archeologici ed artistici della provincia di Cuneo, 1996.
  • ARMF: Dario R. Uva (a cura di), Araldica, su Molfetta.net.
  • ARSI: Araldica nel Palazzo Pubblico a Siena, Comune di Siena.
  • ASFI: Enrico Ceramelli Papiani, Raccolta Ceramelli Papiani, su Ceramelli Papiani, Archivio di Stato di Firenze, 2008.
  • ASGE: Archivio di Stato di Genova.
  • ASPN: Archivio di Stato di Pordenone, Genealogia Del Ben
  • ASPT: Archivio di Stato di Pistoia. Quadro stemmario: Armi E Cognomi Delle Famiglie Nobili Di Pistoia Che Anno Goduto Il Primo Grado Di Detta Città Che È Il Gonfaloniere Cavati Dalla Cancelleria E Priorista Della Medesima Città Registrati Qui Sotto Secondo L'Ordine Dell'Alfabeto Sec. XVII - IL Priorista di Pier Lorenzo Franchi, prima metà XVII sec., conservato presso lo stesso Archivio.
  • ASSI: Archivio di Stato di Siena, su archiviodistato.siena.it. Rev. Antonio Aurieri, Stemmi delle famiglie nobili senesi e forestiere, mss. A22 e A23, compilato nella prima metà del XIX sec.
  • ATHE: Diego Boassa, Athena noctua, su athenanoctua.com (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  • BCBG: Biblioteca Civica Berio, Genova, Odoardo Ganduccio, Origine delle case antiche nobili di Genova, voll. I e II, manoscritti XVII secolo, ms. IX.2.24-25 (stemmi a colori)
  • BEUA: Angelo Maria da Bologna, Araldo nel quale si vedono delineate e colorite le armi de' potentati e sovrani d'Europa, delle più conspicue d'Italia, varie di Francia, e Spagna con moltissime di famiglie ordinarie d'alcune città. arme di molte comunità e di molte religioni (PDF). Ospitato su Biblioteca estense universitaria.
  • BICC: L. Borgia, E. Carli, M. A. Ceppari, U. Morandi, Sinibaldi e C.Zarilli, Le Biccherne - Tavole dipinte delle Magistrature Senesi - Secoli XIII - XVIII, Roma, Ministero per i beni culturali e ambientali - Ufficio centrale per i beni archivistici, 1984.
  • BLBI: Luigi Borello e Mario Zucchi, Blasonario Biellese, Torino, Off. Graf. Pasquale Scarrone, 1929.
  • BLBO: Floriano Canetoli, Arme gentilizie di famiglie bolognesi, nobili, cittadinesche, e aggregate, Bologna, 1791-1795. Ospitato su Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio.
  • BLCL: Luciano Moricca Caputo, Blasonario delle piazze chiuse della Calabria: Catanzaro, Cosenza e Tropea, TropeaMagazine.
  • BLCR: Blasonario Cremonese, Cremona. URL consultato il 22 agosto 2015.
  • BLCW: Gioacchino Sassi, Blasone cesenate, Ed. on-line del 2004 presso la Biblioteca Malatestiana, 1789. URL consultato il 21 agosto 2015.
  • BLGI: Blasonario Generale Italiano, Firenze, Accademia Araldica Nobiliare Italiana, 2010.
  • BLSC: Vincenzo Palizzolo Gravina, Il blasone in Sicilia (ristampa anastatica), Forni Editore, 1972 [1871-1875].
  • BNDD: Domenico Bandini, Raccolta d'armi di Sarteano, inedito.
  • BSGN: (LA) Giuseppe Bisogni de Gatti, Hipponii, seu Vibonis Valentiae, vel Montisleonis, Ausoniae Civitatis accurata Historia, Napoli, 1710.
  • BVEN: Eugenio Morando di Costosa, Blasonario Veneto, Verona, 1985.
  • CAIS: Consiglio Araldico Italiano, Istituto Marchese V. Spreti
  • CAPP: Tito Cappugi (raccolta), Blasone o sia l'Armolario, contenente l'Armi Gentilizie delle Famiglie Toscane e delle Città, Terre e Castelli,..., ricavato da altro simile esistente nell'Archivio Segreto di S.A.R., Manoscritti Cappugi 623, XVII sec., presso Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
  • CASN: Biblioteca Casanatense
  • CIRR: Alfredo Cirri (frate Eusebio), Blasonario Fiorentino presso Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
  • CNDD: Berardo Candida Gonzaga, Memorie delle Famiglie Nobili delle Province meridionali d'Italia, Napoli, 1879.
  • CPLL: Carlo Felice Capello, Villalvernia, Chieri, Astesano, 1967.
  • CRNL: Vincenzo Maria Coronelli, Teatro della guerra: stato pontificio, Venezia, XVIII sec..
  • CROD: Giovanni Battista di Crollalanza, Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti (ristampa anastatica), Pisa, Forni Editore, 1965 [1886].
  • CROG: Giovanni Battista di Crollalanza, Giornale Araldico-Genealogico-Diplomatico, Bari, 1892.
  • CROL: Goffredo di Crollalanza, Enciclopedia araldico cavalleresca: Prontuario nobiliare, Pisa, 1876-1877.
  • CRRI: Eusebio Cirri, Necrologio Fiorentino, Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale.
  • DALE: Alfonso di Sanza d'Alena, Sito della famiglia d'Alena, su casadalena.it.
  • DOLF: Pompeo Scipione Dolfi, Cronologia di famiglie nobili di Bologna, Bologna, Giovanni Battista Ferroni, 1670.
  • EIGM: E.Igor Mineo, Nobiltà di Stato, Roma, Donzelli, 2001.
  • FBBG: Francesco Boni De Nobili, Blasonario della Garfagnana, Lucca, Comunità Montana della Garfagnana, 2007.
  • FDAM: Fra Don Andrea Minutolo, Memorie del Gran Priorato di Messina, Palermo, 1699.
  • FRAN: Agostino Fransone, Nobiltà di Genova (Genova, P.G. Calenzano e G.M. Farroni, 1636).
  • FRCL: Umberto Ferrari, Armerista calabrese, Bassano del Grappa, La Remondiniana Editrice, 1971.
  • GARI: (FR) Pierre-Robert Garino, Armorial du Comté de Nice, Familles et Communautés, Nice, Serre Éditeur, 2000, ISBN 978-2-86410-315-8.
  • GCCI: Antonio Gucci, Memorie della città di Cagli e dei suoi principi dominanti (manoscritto), Biblioteca Comunale di Cagli, 1650.
  • GHTT: Nicola Ghietti, Famiglie e personaggi della storia carmagnolese, Torino, Giuseppe Graziano Tipografo, 1980.
  • GDLA: Giovanni Dolcetti, Il libro d'argento delle famiglie venete (ristampa anastatica), Venezia, Forni Editore, 1998 [1922-28].
  • GLLI: Jacopo Gelli, Divise, motti, imprese di famiglie e personaggi italiani, Milano, Ulrico Hoepli Editore, 1928.
  • GLLP: Giuseppe Galluppi, Nobiliario della Città di Messina, Napoli, 1877.
  • GHVE: Delli gentilhuomini di secondo ordine in Vinetia, Venezia, 1511. Conservato presso la Biblioteca Nazionale Marciana (BNM), Cod. It. VII, 27 (=7761).
  • GLVN: Francesco Galvani, Storia delle famiglie illustri italiane (presso Ulisse Diligenti), Firenze, 1884.
  • GMBR: Ludovico Gambara, Le ville parmensi, Parma, La Nazionale, 1966.
  • GSCD: Francesco Guasco, Dizionario feudale degli antichi stati sardi e della Lombardia (dall'epoca carolingia ai nostri tempo, 774-1909), Pinerolo, Tipografia già Chiantore - Mascarelli, 1911. Conservato presso la Biblioteca della Società Storica Subalpina, voll. LIV-LVIII), 5 voll. con doppia numerazione delle pagine, singola e progressiva, per pp. compl. XVI, 2370.
  • GSCO: Francesco Guasco, Tavole genealogiche delle famiglie nobili alessandrine e monferrine, Casale, Ballatore Bosco, 1924-1945.
  • GUCA: Piero Guelfi Camaiani, Dizionario araldico, Milano, Editore Ulrico Hoepli, 1940.
  • JPPI: Armoriale Joppi, Biblioteca Civica di Udine.
  • KHIF: Stemmi delle famiglie fiorentine, delle chiese, degli ospedali e delle confraternite, Biblioteca del Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut.
  • LAVE: Eugenio Morando di Custoza, Libro d'arme di Venezia, Verona, 1979.
  • LEOM: Sito di araldica Leone marinato, su leonemarinato.it. URL consultato il 21 agosto 2015.
  • LOBS: Franz Von Lobstein, Settecento Calabrese, I, Fiorentino, 1973.
  • LONI: Libro d'Oro della nobiltà italiana, 2004-2010.
  • LORM: Giacomo Pietramellara, Il libro d'oro del Campidoglio I-II, ristampa anastatica dell'edizione del 1893 (vol. I) e del 1897 (vol. II), Bologna, Forni Editore, 1973.
    Giovanni Rust, Il libro d'oro della nobiltà romana, su Archivio Storico Capitolino, Comune di Roma, 2008. URL consultato il 6 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2017).
  • MANN: Antonio Manno, Il Patriziato subalpino. Notizie di fatto storiche, genealogiche, feudali ed araldiche desunte da documenti, Firenze, Civelli, 1895-1906. per la parte edita; i volumi contenenti le lettere C-Z sono restati manoscritti e poi, dattiloscritti in più copie, sono consultabili presso alcune delle principali biblioteche torinesi (tra le quali Reale, Nazionale e Civica). Quest'opera è, dagli inizi degli anni 2000, consultabile anche on line nel sito dell'associazione Vivant e in particolare all'Url:[1]
  • MFLC: Francesco Degli Abbati, Raccolta di armi gentilizie di diverse famiglie di Montefalco, 1795.
  • MNGO: Antonino Mango di Casalgerardo, Nobiliario di Sicilia, 2 volumi, ristampa anastatica dell'edizione del 1912 (vol. I) e del 1915 (vol. II), Bologna, Forni Editore, 1970.
  • MOLA: Gustavo Mola di Nomaglio, Dizionario araldico valsusino, Susa, Segusium - Società di Ricerche e Studi Valsusini, 2007.
  • MOLF: Gustavo Mola di Nomaglio, Feudalità e blasoneria nello Stato sabaudo. La castellata di Settimo Vittone, XVI, Ivrea, Società Accademica di Storia ed Arte Canavesana, Studi e Documenti, 1992.
  • MOLN: Gustavo Mola di Nomaglio, Insegne gentilizie dei Birago a Torino. Memorie conservate, memorie perdute, in L'araldica dello scalpella - Atti del convegno, Torino, 27 novembre 2010.
  • MONT: Fabrizio di Montauto, Manuale di araldica, Firenze, Edizioni Polistampa, 1999.
  • MRZN: Giovan Battista Marzano, Genealogia della famiglia Cordopatri, Laureana di Borrello, 1914.
  • MTFL: Gaetano Montefuscoli, Imprese ovvero Stemme delle famiglie italiane, 4 volumi in 6 tomi, Napoli, 1780.
  • MZZL: Scipione Mazzella, Descrittione del Regno di Napoli, Napoli, 1586.
  • NBMC: Davide Shamà (a cura di), Catalogo delle famiglie nobili Macerata [collegamento interrotto], su sardimpex.it. tratto dal Diario maceratese ecclesiastico e civile per l’anno 1783, Macerata, 1782.
  • NBNA: Stemmario delle Famiglie nobili e notabili del Sud Italia, su nobili-napoletani.it.
  • NBSC: Famiglie nobili di Sicilia, su famiglie-nobili.com.
  • NBSD: Francesco Floris e Sergio Serra, Storia della nobiltà in Sardegna, Della torre, 2007, ISBN 88-7343-418-5.
  • NOYA: Edgardo Noya di Bitetto, Blasonario generale di Terra di Bari (ristampa anastatica), Mola di Bari, Forni Editore, 1981 [1912], ISBN 88-271-0416-X.
  • NRDN: L. Nardini, Raccolta di stemmi di famiglie patrizie che interessano la storia della Città di Urbino, Urbino, 1918. Ospitato su Biblioteca Universitaria di Urbino.
  • ORND: Cesare Orlandi, Delle città d'Italia e sue isole adiacenti, vol. IV, Perugia, Stamperia Camerale, 1778.
  • PGLD: Carlo Padiglione, Dizionario delle Famiglie nobili italiane o straniere portanti predicati di ex feudi napoletani e descrizione dei blasoni, Napoli.
  • PGLM: Carlo Padiglione, I motti delle famiglie italiane, Napoli, 1910.
  • PGLN: Carlo Padiglione, Trenta centurie di armi gentilizie (ristampa anastatica), Napoli, Forni Editore, 2001 [1914].
  • PIOV: Giancarlo Piovanelli, Stemmi e notizie di famiglie Valsabbine e del Benàco, Montichiari, Zanetto Editore, 2009.
  • PRTS: I casati del sud, su ilportaledelsud.org.
  • PSFR: Ferruccio Pasini Frassoni, Dizionario storico-araldico dell'antico Ducato di Ferrara, ristampa anastatica dell'edizione del 1914, Bologna, Forni Editore, 1997.
  • RAIT: Registro Araldico Italiano, Studio araldico Pasquini.
  • RIET: (FR) Johannes Rietstap, Armorial et ses compléments.
  • RTGL: Antonio Graziano Sorino e Lorenzo Longo de Bellis (a cura di), Araldica Rutigliano, su araldicarutigliano.xoom.it.
  • RVRL: (ES) Don Juan de Rivarola, Monarquía Española, Madrid, 1736.
  • SCRF: Angelo M. G. Scorza, Le famiglie nobili genovesi, Genova, 1924.
  • SCRZ: Angelo M. G. Scorza, Enciclopedia araldica italiana, Genova, 1973.
  • SISA: Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche, su siusa.archivi.beniculturali.it.
  • SMDS: San Martino De Spucches, La storia dei feudi e titoli nobiliari di Sicilia dalle origini ai nostri giorni, Palermo, Boccone del Povero, 1923.
  • SPRE: Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, 1928-1936.
  • STAH: Carlo Maspoli, Stemmario Archinto - Blasonature, Milano, Edizioni Orsini de Maro, 2013, ISBN 978-88-7531-042-4.
  • STBB: Stemmi e gonfaloni dei comuni e delle famiglie della Valle Brembana, su valbrembana.org.
  • STBV: Stemmario della casa reale di Baviera nella Bayerischen Staatsbibliothek, su muenchener-digitalisierungszentrum.de. (inserire Insignia nel campo Title)
  • STOV: Enrico Ottonello, Gli stemmi di cittadinanza della magnifica comunità di Ovada, Ovada, Accademia Urbense, 2005.
  • STPT: Giovanni Mazzei, Stemmi ed insegne pistoiesi con note e notizie storiche, Pistoia, Litografia Bindo Fedi, 1907, ISBN 978-88-7531-010-3.
  • STVS: Stemmario vesuviano, Centro studi archeologici di Boscoreale, Boscotrecase e Trecase.
  • SUBL: Blasonario delle famiglie subalpine, su blasonariosubalpino.it.
  • TEAR: Leone Tettoni e Francesco Saladini, Teatro araldico, ovvero raccolta generale delle armi ed insegne gentilizie delle più illustri e nobili casate che esisterono un tempo e che tuttora fioriscono in tutta l'Italia. Illustrate con relative genealogiche-storiche nozioni, 8 vol. + 1 appendice, Lodi e Milano, 1841 - 1851.
  • TPIX: Tomba del beato Pio IX, Basilica di San Lorenzo fuori le mura, Roma. Stemmi riportati sui muri della sala, di tutti i Gentiluomini benemeriti verso il Papa e la Chiesa.
  • TRVZ: Carlo Maspoli (a cura di), Stemmario Trivulziano, Milano, Edizioni Orsini de Marzo, 2000, ISBN 88-900452-0-5.
  • UNFE: Biblioteca Estense Universitaria (BEU), Insegne araldiche, su bibliotecaestense.beniculturali.it, 2007. URL consultato il 22 agosto 2015.
  • VVCH: Renzo de' Vidovich, Albo d'Oro delle famiglie nobili patrizie e illustri nel Regno di Dalmazia, Trieste, 2004.
  • ZNBI: Giacomo Zenobi Bandino, Simbolica e forme del potere in antico regime. Il libro d'oro della città di Montalto, Quattroventi, 1988, ISBN 978-88-392-0073-0.