Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Biagio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'album di Biagio Antonacci, vedi Biagio (album).

Biagio è un nome proprio di persona italiano maschile[1].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • Maschili: Biaggio[1]
  • Femminili: Biagia
    • Alterati: Biagina

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Dal nome latino Blasius che, tratto dall'aggettivo blaesus, significa letteralmente "bleso", "balbuziente"[1][6][7]. È quindi analogo per significato a Barbara e Balbino.

Le varianti slave Blaž e Blazhe potrebbero anche derivare dal termine slavo благ (blag), che vuol dire "dolce", "benedetto"[2][3], mentre la variante inglese Blaze, di uso moderno, è influenzata dal termine blaze, "fiamma"[5].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico viene festeggiato il 3 febbraio in ricordo di san Biagio, vescovo, invocato contro i mali di gola e la tosse[6][7]. Con lo stesso nome si ricordano anche:

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Biagio.

Variante Blaise[modifica | modifica wikitesto]

Variante Blas[modifica | modifica wikitesto]

Variante Blažej[modifica | modifica wikitesto]

Variante Balázs[modifica | modifica wikitesto]

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (EN) Blaise, su Behind the Name. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  2. ^ a b c (EN) Blazhe, su Behind the Name. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  3. ^ a b c (EN) Blaž, su Behind the Name. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) Blaženka, su Behind the Name. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  5. ^ a b (EN) Blaze, su Behind the Name. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  6. ^ a b c d Biagio, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  7. ^ a b c Alfonso Burgio, Dizionario dei nomi propri di persona, su Hermes Edizioni, Roma, 1992, pp. 91-92, ISBN 88-7938-013-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi