Bhairavi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kaligath Bhairavi, miniatura di ignoto risalente alla seconda metà del XIX secolo.

Bhairavi è uno degli aspetti più feroci e terrificanti della Devi; praticamente indistinguibile da Kālī, tranne che per la sua particolare identificazione come la consorte del Bhairava (ipostasi "demonica" di Shiva).

Simbologia[modifica | modifica wikitesto]

Lei è anche chiamato "Shubhamkari", buona madre dalle e per le persone buone, mentre risulta essere assai "terribile" per quelle cattive. La si rappresenta in possesso di un libro ed un rosario con i quali, anche attraverso specifiche gestualità, riesce a dissipare la paura. Lei è anche conosciuta come Baala o Tripurabhairavi. Si ritiene che quando Bhairavi entra nel campo di battaglia, solo attraverso il suo aspetto orrido i demoni diventano molto deboli sino a giungere all'impotenza, e si ritiene anche che la maggior parte dei demoni inizia a venir presa dal panico appena la intravedono. Il consorte della dea Bhairavi è Bhairava, uno degli aspetti terrifici del Signore Shiva.

Bhairavi è vista soprattutto come la Chandi presente nel "Durga Saptashati" (come 'Devi Mahatmya') in versione di uccisore di Shumbha e Nishumbha. Tuttavia, lei uccide e beve il sangue di Chanda e Munda e degli asura, così la dea Parvati le dà un vantaggio e la loro unione sarebbe stata identificata come Chamunda.

In altre forme, è anche identificata con Parvati o la stessa Durgā. Quando si ritrova uno stato irrefrenabile di furia, la si trova in groppa seduto su un asino fedele, con la bocca piena del sangue dei demoni appena divorati, il suo corpo coperto da una pelle di tigre ed una forma alquanto scheletrica. Presenta anche la abhaya mudra e vara mudrā, è mostrata in possesso di armi come una Trishula (tridente), parashu (ascia), e vajra (fulmine).

Tripura Bhairavi Yantra.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Bhairavi è anche un titolo per un adepto femminile all'interno delle pratiche di Kundalini-Tantra. Una Yogini è una studentessa di tantrismo, o un'aspirante a farne parte; una Bhairavi è colei che è riuscita nell'intento. Il nome "Bhairavi" significa "terrore" o "maestoso", così quello che ha raggiunto lo stato di Bhairavi, è al di là della paura della morte, e quindi è giunto ad una forza d'animo impressionante[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kundalini Aghora II by Robert E. Svoboda Chapter, Eight Immortals, Page 212

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37978228 · GND (DE12869176X · CERL cnp00505358 · WorldCat Identities (ENviaf-37978228
Induismo Portale Induismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di induismo