Beta Utensili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beta Utensili
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1923 a Sovico
Fondata da Alessandro Ciceri
Sede principale Sovico
Persone chiave Roberto Ciceri (Presidente, CEO)
Settore Metalmeccanica
Prodotti Utensili
Fatturato 150 milioni
Dipendenti oltre 500 (2017)
Sito web

Beta Utensili è un'azienda S.p.A. italiana con sede a Sovico, nella provincia di Monza e della Brianza, che progetta, produce e commercializza utensili professionali. È stata fondata nel 1923 da Alessandro Ciceri, ed è oggi controllata da Roberto Ciceri e TIP di Giovanni Tamburi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1923 da Alessandro Ciceri come stamperia "Alessandro Ciceri & Figli", per la produzione di stampi di ferro e acciaio, deve il suo nome attuale ad un brevetto depositato nel 1939 per la sua divisione "Utensili Professionali", ovvero una linea chiamata "Beta".

Nei primi anni sessanta Beta Utensili contava oltre duecento dipendenti, esportando i propri prodotti all'estero e si affermò quale realtà emergente nel settore dell'utensileria professionale.

Sempre durante quel periodo, la Beta Utensili acquisì vasta notorietà con la creazione del "Carrello Tank", carrello portautensili dal caratteristico color arancione, colore che l'azienda comincia a usare per tutti i suoi prodotti che da allora li contraddistingue.

Negli anni ottanta la produzione prosegue nei nuovi stabilimenti di Castiglione d'Adda (LO) e Sulmona (AQ). Gli anni novanta vedono investimenti in nuove tecnologie (taglio laser), automatizzazione del ciclo di produzione. Continua anche lo sviluppo sui mercati esteri, tramite la creazione di società controllate.

Nel 2000 vengono aggiunti al catalogo nuovi prodotti non direttamente legati all'utensileria, come calzature di sicurezza e abbigliamento da lavoro.

Tra i marchi controllati vi è Robur, nato negli anni trenta, azienda specializzata in funi ed accessori per sollevamento.

Situazione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente la società ha oltre 500 dipendenti nei suoi tre stabilimenti produttivi italiani (Sovico, Castiglione d'Adda e Sulmona ), 8 filiali sparse a livello mondiale (Brasile, Cina, Francia, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Spagna, Polonia e Ungheria), oltre 20 linee di prodotto, che si traducono in più di 13000 referenze.

La March di Vittorio Brambilla sponsorizzata Beta Utensili.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni settanta, l'azienda cominciò a investire in competizioni sportive motoristiche, fornendo collaborazioni tecniche, con lo scopo di creare un'immagine di marca forte, ostentando al grande pubblico per fini pubblicitari la cosa. Il successo più famoso fu nella Formula 1 nel 1975 quando la "Beta Utensili March" arancione di Vittorio Brambilla vinse il Gran Premio d'Austria nel diluvio di Zeltweg. Da allora, l'impegno dell'azienda è continuato negli anni, collaborando come fornitore ufficiale con vari team quali scuderia Ferrari, Jordan, McLaren e Minardi in Formula 1 e di Honda, Suzuki, Kawasaki e Yamaha nel MotoGP.

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende