Bessie Love

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bessie Love

Bessie Love, nome d'arte di Juanita Horton (Midland, 10 settembre 1898Londra, 26 aprile 1986), è stata un'attrice statunitense che, negli anni trenta, andò a vivere nel Regno Unito, dove prese la cittadinanza britannica.

La sua carriera copre otto decadi: iniziò a recitare per il cinema ai tempi del muto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Midland, nel Texas, frequentò fino all'ottavo grado la scuola locale. Quando il padre decise di trasferirsi con la famiglia a Hollywood, Bessie frequentò il Liceo di Los Angeles. Come premio per il conseguimento della laurea ricevette in regalo dai genitori il permesso di compiere un viaggio attraverso gli Stati Uniti, un viaggio che la tenne lontana da casa per sei mesi.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Bessie Love nel 1916

L'era del muto[modifica | modifica wikitesto]

Bessie Love cominciò a lavorare per il cinema grazie a D.W. Griffith che le affidò piccoli ruoli in film come: La nascita di una nazione (1915) e Intolerance (1916). Lavorò anche per William S. Hart nel film The Aryan e con Douglas Fairbanks in I banditi del West, Reggie Mixes In, The Mystery of the Leaping Fish, Coyote o' The Rio Grande (tutti del 1916).

Nel 1922, il suo nome venne inserito fra quello delle vincitrici del concorso WAMPAS Baby Stars.

I suoi ruoli diventarono sempre più importanti, rendendola popolare presso il grande pubblico. Tra i film che girò nel 1925, The King on Main Street. In quello stesso anno Bessie, girando Il Mondo Perduto - film di avventura e fantascienza basato sul romanzo di Arthur Conan Doyle - ricoprì il ruolo più importante della sua carriera. Tre anni più tardi, sarà protagonista de Il teatro di Minnie (The Matinée Idol), una commedia romantica diretta da un giovane Frank Capra.

L'era del sonoro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1930, Bessie Love venne candidata all'Oscar alla miglior attrice per la sua interpretazione di La canzone di Broadway. Apparve anche in Arcobaleno (Chasing Rainbows) (1930), Good News (1930) e They Learned About Women (1930).

Nel 1932, la sua carriera nel cinema USA stava sempre più declinando. Si trasferì in Inghilterra nel 1935 recitando occasionalmente in film di routine. Durante la seconda guerra mondiale ritornò negli Stati Uniti lavorando temporaneamente per la Croce Rossa militare.

Alla fine della guerra, ritornò in Gran Bretagna stabilendovi la sua residenza principale. Continuò a lavorare nel cinema in piccoli ruoli, sia negli Stati Uniti sia in Inghilterra. Apparve nei film: La contessa scalza (1954) con Humphrey Bogart e The Greengage Summer del 1961. Ebbe un piccolo ruolo anche in un film della serie James Bond, Al servizio segreto di sua maestà del 1969

La sua carriera ricominciò a riprendere quota e negli anni ottanta fece un ritorno con ruoli più importanti nei film Ragtime e Reds, entrambi del 1981. La sua ultima apparizione fu nel film di vampiri Miriam si sveglia a mezzanotte (The Hunger) (1983) di Tony Scott.

Nella sua carriera, Love è stata interprete in circa centotrenta fra film televisivi e film cinematografici.
È stata autrice di un romanzo da cui successivamente fu tratto il film Una principessa yankee.

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Bessie Love si sposò una volta; il suo unico matrimonio con il produttore William Hawks (fratello del regista Howard Hawks), durò dal 1929 al 1935. I due ebbero una figlia.
Bessie Love morì a Londra il 26 aprile 1986 per cause naturali. Viene sepolta presso il Breakspear Crematorium di Londra.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Anni dieci[modifica | modifica wikitesto]

Anni venti[modifica | modifica wikitesto]

Anni trenta[modifica | modifica wikitesto]

Anni quaranta[modifica | modifica wikitesto]

Anni cinquanta[modifica | modifica wikitesto]

Anni sessanta[modifica | modifica wikitesto]

Anni settanta[modifica | modifica wikitesto]

Anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN66676477 · ISNI: (EN0000 0000 5926 7229 · LCCN: (ENn77010258 · BNF: (FRcb142006492 (data)