Bertrand e Beatrice Baudelaire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bertrand e Beatrice Baudelaire, i genitori Baudelaire sono personaggi dei libri best-seller de Una serie di sfortunati eventi. Sono i parenti più ricchi della loro famiglia, per questo il conte Olaf aspira al patrimonio lasciato ai figli dopo la loro morte. Si occupano di incendi, ma stranamente, quando i loro figli non sono a casa, la casa è colpita da un forte incendio, appiccato dallo stesso conte Olaf (si dice nel film e nel terzo libro quando, dopo che il signor Poe vorrebbe arrestare il conte, lui dice elencando i nomi dei reati Olaf aggiunge "e incendio doloso").

Bertrand Baudelaire è il padre di Violet, Klaus e Sunny Baudelaire, sposato con Beatrice Baudelaire, che si scopre poi essere la donna tanto amata da Lemony Snicket, segreto rivelato nell'ultimo libro della Serie, "La fine". Codesto personaggio ha un ruolo marginale, infatti perisce nell'incendio che distrugge villa Baudelaire nel primo libro, Un infausto inizio, e si parla di lui - come di Beatrice - riferendosi solo come al padre dei Baudelaire, fin quando non viene rivelato il suo nome nell'ultimo libro della saga. Nel Quattordicesimo Capitolo di quest'ultimo libro si evince dall'ultima annotazione lasciata dai signori Baudelaire nel libro ritrovato sotto l'albero nell'isola, intitolato proprio "Una Serie di Sfortunati Eventi", che Bertrand costruisce la barca che porterà i signori via dall'isola, prima della nascita di Violet, dandole il nome della moglie... la stessa barca che poi porterà il Conte Olaf e gli orfani all'isola molti anni dopo (storia narrata a sua volta ne "La Fine"), sotto il nome di "Conte Olaf". Si dice che Violet assomigli al padre quando assume il cipiglio pensieroso.