Bersagli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bersagli
Bеrsagli.png
Una scena del film
Titolo originaleTargets
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1968
Durata90 min
Rapporto1.85 : 1
Generethriller
RegiaPeter Bogdanovich
SoggettoPolly Platt, Peter Bogdanovich
SceneggiaturaPeter Bogdanovich, Samuel Fuller
ProduttorePeter Bogdanovich
Produttore esecutivoRoger Corman
Casa di produzioneSaticoy Productions
FotografiaLászló Kovács
MontaggioPeter Bogdanovich
Effetti specialiGary Kent
ScenografiaPolly Platt
CostumiPolly Platt
TruccoScott Hamilton
Interpreti e personaggi

Bersagli (Targets) è un film del 1968 diretto da Peter Bogdanovich.

È un film thriller statunitense con Tim O'Kelly, Boris Karloff e Arthur Peterson.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bobby Thompson, un agente assicurativo, ex veterano della guerra del Vietnam, che conduce una vita apparentemente tranquilla, uccide la sua giovane moglie, la madre e il ragazzo delle consegne nella propria casa dopo un banale diverbio. Quindi inizia un tiro a segno nascosto sulla cima di una posizione sopraelevata uccidendo e ferendo vari autisti, motociclisti e passanti.

Quando arriva la polizia, cambia postazione ed arriva in un drive-in dove continua a sparare alla gente ferendo diversi spettatori. L'unico che tenta di affrontarlo è Byron Orlok.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto e prodotto da Peter Bogdanovich per la Saticoy Productions[1] su una sceneggiatura dello stesso Bogdanovich e di Samuel Fuller e su un soggetto di Polly Platt e di Bogdanovich,[2] fu girato a Hollywood, a Los Angeles, a Reseda e nel Sepulveda Drive-In Theater (per la scena ambientata nella drive-in) a Los Angeles, California,[3] dal 27 novembre 1967 con un budget stimato in 130.000 dollari.[4]

Polly Platt, accreditata come scenografa e autrice del soggetto, era la moglie di Bogdanovich al tempo delle riprese del film. Lo stesso Bogdanovich interpreta in un ruolo minore Sammy Michaels.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito con il titolo Targets negli Stati Uniti dal 15 agosto 1968[6] (première a New York il 13 agosto[5]) al cinema dalla Paramount Pictures.[1]

Altre distribuzioni:[6]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini il film è un "thriller a basso costo, ma di alta tensione, con interessanti osservazioni sulla società americana".[7]

Secondo Rudy Salvagnini (Dizionario dei film horror) il film si rivela essere un'"acuta riflessione sul rapporto tra il cinema horror (soprattutto quello classico) e gli orrori della realtà" con un Karloff "stanco, ma ancora pieno di carisma e di saggezza".[8]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Le tagline sono:[9]

  • "TARGETS are people...and you could be one of them!".
  • ""I just killed my wife and my mother. I know they'll get me. But before that, many more will die..."".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) IMDb - Crediti per le compagnie, su imdb.com. URL consultato il 31 maggio 2013.
  2. ^ (EN) IMDb - Cast e crediti completi, su imdb.com. URL consultato il 31 maggio 2013.
  3. ^ (EN) IMDb - Luoghi delle riprese, su imdb.com. URL consultato il 31 maggio 2013.
  4. ^ (EN) IMDb - Box office / incassi, su imdb.com. URL consultato il 31 maggio 2013.
  5. ^ a b (EN) American Film Institute, su afi.com. URL consultato il 31 maggio 2013.
  6. ^ a b (EN) IMDb - Date di uscita, su imdb.com. URL consultato il 31 maggio 2013.
  7. ^ MYmovies - Morandini, su mymovies.it. URL consultato il 31 maggio 2013.
  8. ^ MYmovies - Dizionario dei film horror, su mymovies.it. URL consultato il 31 maggio 2013.
  9. ^ (EN) IMDb - Tagline, su imdb.com. URL consultato il 31 maggio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema