Pasieguito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bernardino Pérez)
Jump to navigation Jump to search
Pasieguito
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 178 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1960 - giocatore
1985 - allenatore
Carriera
Giovanili
????-????Real Sociedad
Squadre di club1
1942-1943Valencia3 (0)
1944-1945Levante? (?)
1945-1946Valencia7 (1)
1946-1948Burgos? (?)
1948-1959Valencia233 (64)
1959-1960Levante17 (5)
Nazionale
1954Spagna Spagna3 (0)
Carriera da allenatore
1963-1964Valencia
1964-1972Sabadell
1972-1973Granada
1973-1975Sporting Gijón
1979Valencia
1980-1982Valencia
1984-1985Sabadell
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 maggio 2017

Bernardino Pérez Elizarán, noto come Pasieguito (Hernani, 21 maggio 1925Valencia, 21 ottobre 2002), è stato un allenatore di calcio e calciatore spagnolo, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Hernani, nei Paesi Baschi, ha giocato per 18 anni, iniziando nelle giovanili della Real Sociedad. Nel 1942, a 17 anni, entra nella prima squadra del Valencia, con cui gioca 3 volte nella Liga 1942-1943. Nel 1944 scende in terza divisione con il Levante, altra squadra di Valencia, dove rimane una stagione, facendo ritorno in seguito al Valencia. Nella stagione 1945-1946 colleziona 7 presenze e 1 gol in campionato. Tra 1946 e 1948 gioca di nuovo in terza serie, con il Burgos, allora denominato Gimnástica Burgalesa. La terza esperienza al Valencia è quella più lunga: rimane 11 anni, dal 1948 al 1959, nei quali ottiene 233 presenze e 64 gol, sempre in massima serie, vincendo per due volte la Coppa di Spagna: nel 1949 e nel 1954 e la Coppa Eva Duarte, predecessore della Supercoppa di Spagna, nel 1949. Appende gli scarpini al chiodo nel 1960, a 35 anni, dopo una stagione in seconda divisione con il Levante.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1954, quando militava nel Valencia, ha giocato tre gare con la Nazionale spagnola, tutte contro la Turchia, unica avversaria nel gruppo 6 delle qualificazioni al Mondiale 1954 in Svizzera. Ha debuttato il 6 gennaio con una vittoria per 4-1 in casa a Madrid,[1] perdendo in seguito il 14 marzo per 1-0 nel ritorno in trasferta ad Istanbul[2] e rendendo così necessario uno spareggio in campo neutro a Roma, il 17 marzo, pareggiato per 2-2 dopo i supplementari.[3] Non essendo ancora usati i tiri di rigore, la decisione della qualificata al torneo mondiale avvenne tramite sorteggio, effettuato dal tredicenne Luigi Franco Gemma di Monte Mario, che negò agli spagnoli la partecipazione al Mondiale, dandola per la prima volta nella loro storia ai turchi, allenati dall'italiano Sandro Puppo.[4]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Tre anni dopo il ritiro da calciatore, nel 1963, a 38 anni, inizia la carriera da allenatore, nel Valencia, che allena per una stagione, raggiungendo la finale della Coppa delle Fiere 1963-1964, persa a Barcellona contro il Real Saragozza. Dopo essere andato via da Valencia, si trasferisce in Catalogna, dove dirige per 8 anni il Sabadell, fino al 1972. La stagione successiva si siede sulla panchina del Granada, mentre dal 1973 al 1975 allena lo Sporting Gijón. Sul finire della stagione 1979 ritorna al Valencia, sostituendo Marcel Domingo e vincendo la Coppa del Re sconfiggendo 2-0 in finale il Real Madrid, grazie ad una doppietta di Mario Kempes. Sostituito da Alfredo Di Stéfano a fine stagione, con l'ex Real Madrid che vince la Coppa delle Coppe, lo rimpiazza a sua volta per la stagione 1980-1981, vincendo la Supercoppa europea nella doppia finale contro il Nottingham Forest campione d'Europa. Rimane ancora fino al 1982, chiudendo la carriera da allenatore a 60 anni, quando ritorna al Sabadell per la stagione 1984-1985. Muore a Valencia il 21 ottobre 2002, a 77 anni.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
6-1-1954 Madrid Spagna Spagna 4 – 1 Turchia Turchia Qual. Mondiali 1954 -
14-3-1954 Istanbul Turchia Turchia 1 – 0 Spagna Spagna Qual. Mondiali 1954 -
17-3-1954 Roma Spagna Spagna 2 – 2 Turchia Turchia Qual. Mondiali 1954 -
Totale Presenze 3 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Valencia: 1948-1949, 1954
Valencia: 1949

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Valencia: 1978-1979
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Valencia: 1980

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Spagna-Turchia (eu-football.info), 6 gennaio 1954. URL consultato il 27 maggio 2017.
  2. ^ Turchia-Spagna (eu-football.info), 14 marzo 1954. URL consultato il 27 maggio 2017.
  3. ^ Spagna-Turchia spareggio (eu-football.info), 17 marzo 1954. URL consultato il 27 maggio 2017.
  4. ^ Nostro bambino (bendato) dei turchi (calcioromantico.com). URL consultato il 27 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Pasieguito, su national-football-teams.com, National Football Teams. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Pasieguito, su Transfermarkt, Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata
  • (ENESCA) Pasieguito, su BDFutbol.com. Modifica su Wikidata
  • (ENRUCS) Pasieguito, su EU-Football.info.
  • (DEENIT) Pasieguito, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG. (allenatore)