Bepi Romagnoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un ritratto dipinto da Bepi Romagnoni nel 1954. Foto di Paolo Monti, 1955

Bepi Romagnoni (Milano, 21 novembre 1930Villasimius, 19 luglio 1964) è stato un pittore italiano, esponente del movimento pittorico del realismo esistenziale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bepi Romagnoni iniziò gli studi di pittura all'inizio degli anni cinquanta iscrivendosi alla scuola serale dell'Accademia di Brera. Qui vi incontrò per la prima volta alcuni dei pittori del cosiddetto Realismo esistenziale come Mino Ceretti, Giuseppe Guerreschi, Giuseppe Martinelli e Tino Vaglieri, che si ispiravano alla filosofia di Kierkegaard, di Camus, di Sartre, autori che avevano attratto l'interesse di Romagnoni negli anni della prima giovinezza. La prima personale di Romagnoni fu alla Galleria Schettini di Milano. Dal 1957 al 1960 si avvicina all'arte informale.

Nel 1963 una sua opera venne esposta alla mostra Contemporary Italian Paintings, allestita in alcune città australiane[1].

L'anno successivo morì prematuramente a causa di un incidente di pesca subacquea a Capo Carbonara.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Contemporary Italian Paintings, su www.quadriennalediroma.org. URL consultato il 28 febbraio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN50031752 · ISNI (EN0000 0000 6629 9675 · SBN IT\ICCU\SBLV\217294 · LCCN (ENn97016354 · GND (DE119259273 · ULAN (EN500093061