Benoît Sokal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Benoît Sokal

Benoît Sokal (Bruxelles, 28 giugno 1954Reims, 28 maggio 2021[1]) è stato un fumettista belga. È famoso in Europa per la sua serie di fumetti Canardo, inoltre ha raggiunto grande fama internazionale nel mondo dei videogiochi per via della realizzazione di alcune avventure grafiche molto apprezzate nel mondo videoludico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Benoît Sokal è nato a Bruxelles il 28 giugno 1954[2]. Ha studiato alla École Supérieure des Arts Saint-Luc nella sua città natale, in seguito ha lavorato per conto di importanti fumettisti come François Schuiten. Ha cominciato a disegnare per il giornale À Suivre nel 1978. In seguito ha creato la sua serie di fumetti: Inspector Canardo pubblicata da Casterman che parla di un papero detective con problemi di alcolismo, sigarette e donne. Tradotto come Ispettore Anatroni in Italia il personaggio ha fatto la sua comparsa sulla rivista Alterlinus ed in seguito in un volume a lui dedicato dall'editore Milano Libri Edizioni, Due inchieste dell'Ispettore Anatroni, che ospita gli episodi Il marchio di Rasputin e La morte dolce, storie di morte.

La sua carriera ha avuto una svolta quando accettò di collaborare con la Microïds per realizzare l'avventura grafica Amerzone-Il testamento dell'esploratore, ottenendo ottime critiche e un notevole riscontro di pubblico, il sodalizio con la Microïds durò anche nella realizzazione di Syberia e Syberia II. In seguito ha fondato una sua casa di produzione di giochi per PC: La White Birds Productions, con questa ha creato una nuova avventura grafica dal titolo Paradise distribuito dalla Ubisoft nel 2006. Nel 2007 ha realizzato Sinking Island distribuito tramite la sua vecchia partner Microïds e non dalla Ubisoft come la precedente. Nel 2008 cambia nuovamente distributore, si affida infatti alla Halifax per pubblicare nel mercato Nikopol: Secrets of the Immortals.

Dopo Nikopol Sokal iniziò a lavorare ad una nuova avventura grafica dal titolo Aquarica, tuttavia il fallimento della White Birds Productions nel 2010 ha cancellato l'intero progetto. Nel novembre 2012 è stata ufficializzata la firma del contratto tra Sokal, lo sviluppatore Microïds e l'editore Anuman per la realizzazione di Syberia III, la cui pubblicazione è avvenuta ad aprile 2017.[3]

A settembre 2019 Microids e Benoît Sokal hanno annunciato lo sviluppo di Syberia: The World Before. La storia avrà di nuovo come protagonista Kate Walker e la porterà in giro attraverso i continenti e il tempo per un viaggio su una nuova indagine. La produzione è durata 18 mesi ed tutt'ora ancora in prosecuzione, con una pubblicazione in programma per il 2021. [4]

Muore di insufficienza cardiaca la notte tra il 28 e il 29 maggio 2021.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Canardo, 16 albums, 1981- ; Casterman
  • Sanguine, con Alain Populaire; 1988, Casterman
  • Silence, on tue!, con François Rivière; 1990, Nathan
  • Le Vieil Homme qui n'Écrivait Plus, 1996; Casterman
  • Syberia, 1 album, 2002; Casterman (tratto dal gioco Syberia)
  • Paradise, 2 album, 2005-; Casterman

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Décès de Benoît Sokal, le père de la BD Canardo et des jeux vidéo Syberia et L'Amerzone
  2. ^ De Weyer, Geert (2005). "Benoît Sokal". In België gestript, p. 162. Tielt: Lannoo.
  3. ^ Syberia 3 rinviato a inizio 2017 - SpazioGames.it, in SpazioGames.it. URL consultato il 21 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2016).
  4. ^ Syberia: The World Before annunciato da Microids alla Gamescom 2019, su Multiplayer.it. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  5. ^ Overview of the INA winners Archiviato l'8 gennaio 2005 in Internet Archive.
  6. ^ GameSpy site Archiviato il 14 settembre 2008 in Internet Archive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN102132926 · ISNI (EN0000 0001 2145 8334 · Europeana agent/base/72377 · LCCN (ENn85152150 · GND (DE115274448 · BNF (FRcb12013440q (data) · NLA (EN35990234 · WorldCat Identities (ENlccn-n85152150
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie