Benjamin Alire Sáenz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Benjamin Alire Sáenz nel 2009

Benjamin Alire Sáenz (Contea di Doña Ana, 16 agosto 1954) è uno scrittore e poeta statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nella Contea di Doña Ana, Nuovo Messico, nel 1954, vive a El Paso dove insegna all'Università del Texas[1].

Quarto di sette figli riceve un'educazione cattolica ed entra in seminario dove studia teologia e diventa presbitero, ma abbandona la tonaca dopo soli tre anni[2].

Ripresi gli studi, inizia a dedicarsi alla scrittura ed esordisce nei primi anni novanta in campo poetico con la raccolta Calendar of Dust (premio American Book Awards 1992[3]) e nella narrativa con i racconti di Flowers for the Broken. Autore molto prolifico, dà alle stampe anche romanzi e libri per l'infanzia e di genere young-adult[4].

Nel 2013 vince il Premio PEN/Faulkner per la narrativa con i racconti di Tutto inizia e finisce al Kentucky club, primo scrittore latino-americano a ricevere il riconoscimento[5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calendar of Dust (1991)
  • Dark and Perfect Angels (1995)
  • Elegies in Blue (2002)
  • Dreaming the End of War (2006)
  • The Book of What Remains (2010)

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Carry Me Like Water (1995)
  • The House of Forgetting (1997)
  • In Perfect Light (2008)
  • Names on a Map (2008)

Young-adult[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura per l'infanzia[modifica | modifica wikitesto]

  • A Gift from Papa Diego (1999)
  • Grandma Fina and Her Wonderful Umbrellas (2001)
  • A Perfect Season for Dreaming (2008)
  • The Dog Who Loved Tortillas (2009)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda dell'autore Archiviato il 16 febbraio 2012 in Internet Archive. sul sito dell'Università del Texas a El Paso
  2. ^ Profilo dello scrittore Archiviato il 1º dicembre 2017 in Internet Archive. sul sito www.cincopuntos.com
  3. ^ (EN) Informazioni salienti, su narrativemagazine.com. URL consultato il 30 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Just This Side of Tragic: An Interview with Benjamin Alire Sáenz, su lareviewofbooks.org. URL consultato il 22 novembre 2017.
  5. ^ (EN) Benjamin Alire Sáenz Wins 2013 PEN/Faulkner Award for Fiction, su penfaulkner.org. URL consultato il 22 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2017). Testo "22 novembre 2017" ignorato (aiuto)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN33663750 · ISNI (EN0000 0000 6387 7054 · Europeana agent/base/115291 · LCCN (ENn93005827 · GND (DE1052304125 · BNF (FRcb13523712h (data) · NLA (EN35112595 · WorldCat Identities (ENlccn-n93005827