Benedetto Ricasoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Beato Benedetto Ricasoli

Eremita vallombrosano

 
NascitaMontegrossi, 1040 circa
MorteColtibuono, 20 gennaio 1107
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione14 maggio 1907
Ricorrenza20 gennaio

Benedetto Ricasoli (Montegrossi, 1040 circa – Coltibuono, 20 gennaio 1107) è stato un religioso italiano della congregazione vallombrosana. Fu beatificato, per equipollenza, da papa Pio X nel 1907.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una giovinezza mondana, attorno al 1093 abbracciò la vita religiosa tra i vallombrosani del monastero di Coltibuono. Con il consenso dell'abate, si ritirò a vita eremitica a Castellaccio, dove si distinse per la vita di penitenza.[1]

Fu sepolto nel chiostro dell'abbazia di Coltibuono.[1]

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 maggio 1430 il suo corpo fu traslato sotto l'altare maggiore della chiesa abbaziale di Coltibuono.[1]

Il suo culto ab immemorabili, vivo tra i vallombrosani e in diocesi di Fiesole, fu confermato da papa Pio X il 14 maggio 1907.[1]

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 20 gennaio.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Torello Nocioni, BSS, vol. II (1962), col. 1098.
  2. ^ Martirologio romano (2004), p. 145.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Filippo Caraffa e Giuseppe Morelli (curr.), Bibliotheca Sanctorum (BSS), 12 voll., Istituto Giovanni XXIII nella Pontificia Università Lateranense, Roma 1961-1969.
  • Il martirologio romano. Riformato a norma dei decreti del Concilio ecumenico Vaticano II e promulgato da papa Giovanni Paolo II, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2004.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]