Benedetta (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Benedetta
Benedetta (film).jpg
Benedetta Carlini (Virginie Efira) in una scena del film
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia, Paesi Bassi, Belgio
Anno2021
Durata127 min
Rapporto2,39:1
Generebiografico, drammatico, storico, sentimentale
RegiaPaul Verhoeven
Soggettosaggio di Judith C. Brown
SceneggiaturaDavid Birke, Paul Verhoeven
ProduttoreSaïd Ben Saïd, Michel Merkt, Jérôme Seydoux
Casa di produzioneSBS Productions, Pathé, France 2 Cinéma, France 3 Cinéma, Topkapi Films, Belga Productions
FotografiaJeanne Lapoirie
MontaggioJob ter Burg
MusicheAnne Dudley
ScenografiaKatia Wyszkop
CostumiPierre-Jean Larroque
Interpreti e personaggi
Benedetta Logo.png
Logo ufficiale del film

Benedetta è un film del 2021 scritto e diretto da Paul Verhoeven.

La pellicola, basata sul saggio di Judith C. Brown Atti impuri - Vita di una monaca lesbica nell'Italia del Rinascimento,[1] è ispirata alla vita di Benedetta Carlini, una suora del XVII secolo che, dopo essersi unita a un convento italiano, inizia una storia d'amore con un'altra donna.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La piccola Benedetta Carlini, figlia di una facoltosa famiglia toscana, entra nel convento di Pescia per intraprendere il percorso monacale. Da sempre propensa ad avere visioni e comunicare direttamente col Cristo, questi episodi sembrano intensificarsi quando conosce la giovane Bartolomea, umile popolana entrata in convento per fuggire le angherie della propria famiglia, della quale si invaghisce. I prodigi vissuti da Benedetta la faranno nominare badessa del monastero e venerare come mistica, ma ben presto la sua figura finirà sotto accusa di blasfemia e saffismo, mentre nel resto del paese imperversa la peste.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film era stato originariamente intitolato Blessed Virgin.[3]

Pre-produzione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il successo commerciale del suo precedente film Elle, il regista Paul Verhoeven ha sviluppato diversi progetti, tra cui uno su Gesù basato sul suo libro Gesù of Nazareth, uno sulla Resistenza francese nella seconda guerra mondiale e un ultimo su una storia medievale ambientata in un monastero.[4] Il 25 aprile 2017, il produttore Saïd Ben Saïd ha reso noto che il terzo progetto era stato scelto per essere realizzato.[5] Gerard Soeteman, che aveva collaborato con Verhoeven in diversi film, tra cui Fiore di carne (1973), Il quarto uomo (1983) e Black Book (2006), e che inizialmente era stato scelto per scrivere il film, ha preso le distanze dal progetto e ha fatto rimuovere il suo nome dai titoli di coda poiché secondo lui la storia era troppo incentrata sulla sessualità.[6]

Il 25 marzo 2018, Saïd Ben Saïd ha annunciato che Verhoeven aveva co-scritto la sceneggiatura con David Birke.[7] Judith C. Brown, autrice del saggio adattato, ha affermato che "Paul Verhoeven e David Birke hanno scritto un copione fantasioso e affascinante che esplora l'intersezione tra religione, sessualità e ambizione umana in un'epoca di peste e fede".[8]

Il 4 maggio 2018 è stato annunciato che il film era stato ribattezzato in Benedetta.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

L'Abbazia di Le Thoronet, una delle location del film.

L'attrice belga Virginie Efira, che già aveva lavorato con Verhoeven, è stata scelta per interpretare il ruolo della protagonista Benedetta Carlini, una suora del XVII secolo che soffre di inquietanti visioni religiose ed erotiche.[9] Il 3 aprile 2018, Lambert Wilson ha rivelato di avere un ruolo nel film, mentre il 1º maggio seguente, Deadline ha reso noto che Charlotte Rampling era entrata in trattative per apparire nel film.[10]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese principali sono iniziate il 19 luglio 2018 a Montepulciano, in Italia;[11] e sono proseguite a Bevagna e nella Val d'Orcia, sempre in Italia, e nell'Abbazia di Silvacane e nell'Abbazia di Le Thoronet, in Francia.[12]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Le prime immagini del film sono state diffuse il 29 agosto 2018,[13] mentre il trailer è stato pubblicato il 5 maggio 2021.[1]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il cast del film alla presentazione al Festival di Cannes 2021

Inizialmente era stato riferito che il film sarebbe stato presentato in anteprima al Festival di Cannes 2019, ma la Pathé il 14 gennaio dello stesso anno ha annunciato che la sua uscita era stata rinviata all'anno seguente, a causa di un ritardo nella post-produzione poiché Verhoeven si stava riprendendo da un intervento chirurgico.[14] In seguito, l'uscita è stata nuovamente posticipata al 2021, in seguito alla cancellazione della 73ª edizione del Festival a causa della pandemia di COVID-19 in Francia.[15]

La pellicola è stata presentata in anteprima, in concorso, al 74ª edizione del Festival di Cannes il 9 luglio 2021.[1][16]

Divieti[modifica | modifica wikitesto]

A Singapore il film non è stato distribuito poiché ritenuto offensivo nei confronti di Gesù Cristo, della Chiesa cattolica e dei suoi membri.[17][18]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato globalmente 4231970 $, di cui 136839 $ durante il primo weekend.[19][20]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film ottiene il 85% delle recensioni professionali positive, con un voto medio di 7,2 su 10 basato su 188 critiche,[21] mentre su Metacritic ha un punteggio di 73 su 100 basato su 38 recensioni.[22]

Giuseppe Grossi di Movieplayer assegna alla pellicola 3,5 stelle su 5.[23]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Casi mediatici[modifica | modifica wikitesto]

Durante la presentazione al New York Film Festival, il gruppo cattolico American Society for the Defense of Tradition, Family and Property ha inscenato una protesta contro il film, ritenuto blasfemo.[24][25] Altre proteste da parte dell'associazione e di altri gruppi cattolici si sono registrate in seguito all'uscita della pellicola nelle sale cinematografiche statunitensi.[26][27]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Luca Scarselli, BENEDETTA: IL BOLLENTE TRAILER DEL FILM SU UNA SUORA LESBICA, su Movieplayer, 5 maggio 2021. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato il 5 maggio 2021).
  2. ^ (EN) Charlotte Rampling joins Paul Verhoeven's religious erotic thriller Blessed Virgin, su flickeringmyth.com.
  3. ^ (EN) Paul Verhoeven's 'Benedetta' Gets First Trailer, su collider.com. URL consultato il 10 maggio 2021 (archiviato il 6 maggio 2021).
  4. ^ (EN) Geoffrey Macnab, Paul Verhoeven interview: the director continues to stoke up controversy as his latest film premieres at Cannes, in The Independent, 20 maggio 2016. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2017).
  5. ^ (EN) Nancy Tartaglione, Paul Verhoeven Sets Next: 'Blessed Virgin' To Star 'Elle's Virginie Efira As Lesbian Nun, in Deadline Hollywood, 26 aprile 2017. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2021).
  6. ^ (EN) Vincent Bongers, Iedereen-is-ambigu, in Mare Online, 29 novembre 2018. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2019).
  7. ^ (EN) saidbensaid66, Finally... (Tweet), su Twitter, 25 marzo 2018.
  8. ^ (EN) saidbensaid66, « Paul Verhoeven and David Birke have written an imaginative and spellbinding script that explores the intersection of religion, sexuality, and human ambition in an age of plague and faith » JUDITH BROWN (Tweet), su Twitter, 25 marzo 2018.
  9. ^ (EN) Robert Mitchell, Paul Verhoeven to Direct 'Blessed Virgin,' Based on True Story of Lesbian Nun, in Variety, 26 aprile 2017. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2021).
  10. ^ (EN) Andreas Wiseman, Charlotte Rampling Set To Join Paul Verhoeven's Erotic Thriller 'Blessed Virgin', in Deadline Hollywood, 1º maggio 2018. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2021).
  11. ^ Inizia la lavorazione di "Benedetta" di Verhoeven, in Il Cittadino, 17 luglio 2018. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2020).
  12. ^ (FR) Laurent Amalric, EXCLUSIF. Le réalisateur de Basic Instinct tourne un film sulfureux dans le Var, in Var-Matin, 18 ottobre 2018. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2018).
  13. ^ (EN) Melanie Goodfellow, Pathé, SBS unveil first image of Verhoeven's newly titled nun drama 'Benedetta', in Screen Daily, 29 agosto 2018. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2021).
  14. ^ (EN) Melanie Goodfellow, Paul Verhoeven's nun drama 'Benedetta' delayed until 2020, in Screen Daily, 14 gennaio 2019. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2021).
  15. ^ (EN) Tom Grater, Paul Verhoeven Planning 'Bel Ami' Series With 'Elle' Producer & 'Black Book' Scribe, in Deadline Hollywood, 12 maggio 2020. URL consultato il 5 maggio 2021 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2021).
  16. ^ (EN) The Screenings Guide 2021, su festival-cannes.com, Festival di Cannes. URL consultato il 7 luglio 2021.
  17. ^ Info-communications Media Development Authority, su imdaonline.imda.gov.sg. URL consultato il 1º maggio 2022.
  18. ^ Classification Information for Benedetta, su imdaonline.imda.gov.sg. URL consultato il 2 maggio 2022.
  19. ^ Domestic 2021 Weekend 49, su Box Office Mojo. URL consultato l'8 dicembre 2021 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2021).
  20. ^ (EN) Benedetta, su boxofficemojo.com. URL consultato il 23 maggio 2022.
  21. ^ (EN) BENEDETTA, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 23 maggio 2022.
  22. ^ (EN) Benedetta, su Metacritic. URL consultato il 23 maggio 2022.
  23. ^ Giuseppe Grossi, BENEDETTA, LA RECENSIONE: DAL VANGELO SECONDO VERHOEVEN, su Movieplayer, 11 luglio 2021. URL consultato il 23 maggio 2022.
  24. ^ Ellise Shafer, Catholic Protesters Congregate Outside ‘Benedetta’s’ New York Film Festival Premiere, su Variety, Variety. URL consultato il 28 marzo 2022.
  25. ^ Ryan Lattanzio, Catholic Protesters Gather Outside NYFF Premiere of Paul Verhoeven’s Lesbian Nun Drama ‘Benedetta’, su IndieWire, IndieWire. URL consultato il 28 marzo 2022.
  26. ^ Francis Tingle, THE VENDETTA AGAINST ‘BENEDETTA’ AT TEXAS THEATRE., su Central Track, Central Track. URL consultato il 28 marzo 2022.
  27. ^ Jef Rouner, Why were protesters outside 14 Pews theater on Saturday night?, Houston Chronicle, 14 dicembre 2021. URL consultato il 28 marzo 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]