Ben Gilman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ben Gilman
Bengilman.jpg

Membro della Camera dei rappresentanti - New York, distretto n.20
Durata mandato 3 gennaio 1993 - 3 gennaio 2003
Predecessore Nita Lowey
Successore John E. Sweeney

Membro della Camera dei rappresentanti - New York, distretto n.22
Durata mandato 3 gennaio 1983 - 3 gennaio 1993
Predecessore Jonathan Brewster Bingham
Successore Jerry Solomon

Membro della Camera dei rappresentanti - New York, distretto n.26
Durata mandato 3 gennaio 1973 - 3 gennaio 1983
Predecessore Ogden Reid
Successore David O'Brien Martin

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Tendenza politica centrista

Benjamin Arthur "Ben" Gilman (Poughkeepsie, 6 dicembre 1922Wappingers Falls, 17 dicembre 2016) è stato un politico statunitense, membro della Camera dei Rappresentanti per lo stato di New York dal 1973 al 2003.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Poughkeepsie in una famiglia di immigrati ebrei, dopo gli studi alla Wharton School of the University of Pennsylvania e all'Università della Pennsylvania, Gilman prestò servizio militare nell'United States Army Air Corps durante la seconda guerra mondiale.

Prima di entrare in politica con il Partito Repubblicano, lavorò come avvocato. Eletto all'interno dell'Assemblea generale di New York nel 1967, vi rimase per sei anni.

Nel 1972 si candidò alla Camera dei Rappresentanti e riuscì a sconfiggere il democratico in carica John G. Dow. Negli anni successivi fu riconfermato dagli elettori per altri quattordici mandati, fin quando nel 2003 lasciò il Congresso dopo trent'anni di permanenza. Particolarmente attivo nell'ambito delle relazioni internazionali, fu insignito nel 2001 della prestigiosa onorificenza indiana Padma Vibhushan[1].

Sposatosi tre volte, ebbe cinque figli dalla prima moglie. Ben Gilman morì nel dicembre del 2016, pochi giorni dopo il suo novantaquattresimo compleanno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ministry of Home Affairs: Padma Awards, Ministry of Home Affairs, India. URL consultato il 7 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2012).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3795193 · ISNI (EN0000 0000 3011 2346 · LCCN (ENn81060140 · WorldCat Identities (ENn81-060140