Bel Ami (sceneggiato televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bel Ami
PaeseItalia
Anno1979
Formatominiserie TV
Generedrammatico, in costume
Puntate4
Durata65 minuti cad.
Lingua originaleitaliano
Rapporton.d
Crediti
RegiaSandro Bolchi
Soggettodal romanzo Bel Ami di Guy de Maupassant
SceneggiaturaSandro Bolchi,
Letizia Palma
Interpreti e personaggi
MusicheFred Bongusto
ScenografiaGianfranco Padovani
CostumiMaria Barony
ProduttoreIrma Clementel
Casa di produzioneRai
Prima visione
Dal23 novembre 1979
Al14 dicembre 1979
Rete televisivaRai 2

Bel Ami è uno sceneggiato televisivo della RAI, trasmesso nel 1979, tratto dal romanzo omonimo di Guy de Maupassant. L'adattamento televisivo è di Sandro Bolchi (responsabile anche della regia), con la collaborazione di Letizia Palma.

Lo sceneggiato andò in onda su Rai 2 in quattro puntate, nella prima serata del venerdì, dal 23 novembre al 14 dicembre 1979.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Parigi di fine Ottocento assistiamo la scalata al successo dello spregiudicato Georges Duroy. Con il suo fascino conquista la fiducia degli uomini di potere e seduce le loro mogli e figlie, senza scrupoli morali.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Oltre agli interpreti principali, il cast era composto da:

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Le recensioni dell’epoca non furono molto positive:

“La prima impressione non è esaltante (…) il video ha fatto invecchiare Maupassant?” Ugo Buzzolan, «La Stampa»
“…si è come inceppato, (…) in fondo, tanta noia.” Paolo Zaccagnini, «Il Messaggero»
“…avremmo desiderato almeno una cosa: che nello sceneggiato si potessero avvertire con forza tutti i motivi che fecero considerare ‘’Bel Ami” un romanzo scandaloso,” Ivano Cipriani, «Paese Sera»
“Professionalmente impegnate le prestazioni degli attori (…) tuttavia poco tagliente, poco incisiva,” Ugo Buzzolan, «La Stampa»

Gli ascolti furono di 8,4-9,2 milioni di telespettatori per puntata.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Gli interni furono girati presso il Centro di produzione Rai di Torino e nel Duomo di Ivrea, gli esterni a Torino e in Normandia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]