Becky Albertalli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Becky Albertalli (Atlanta, 17 novembre 1982) è una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e cresciuta ad Atlanta, in Georgia, con sua sorella Caroline, dove tuttora vive con suo marito, Brian, e i suoi figli, Owen e Harry. Ha frequentato il college in Connecticut dove si è laureata in psicologia, per poi trasferirsi a Washington, dove ha ottenuto un dottorato in psicologia clinica. Ha lavorato come psicologa clinica per bambini e adolescenti[1] fino alla nascita del suo primo figlio, per poi decidere di dedicarsi alla scrittura.

Albertalli cita la scrittrice australiana Jaclyn Moriarty[2] come suo modello d'ispirazione per diventare una scrittrice.

Specializzata in narrativa young-adult, ha esordito nel 2015 con il romanzo Non so chi sei ma io sono qui che affronta temi come il bullismo e il coming out ed è stato trasposto nel film Tuo, Simon tre anni dopo, per la regia di Greg Berlanti[3]. Nel 2017 pubblica The Upside of Unrequited, secondo romanzo young-adult facente parte del "Simon-verse" e l'anno dopo esce Leah on the Offbeat, terzo romanzo della serie con protagonista Leah Burke, migliore amica di Simon, e in cui ritornano i personaggi principali del primo libro. Attualmente, ha collaborato con lo scrittore Adam Silvera al libro What If It's Us.

Con Non so chi sei ma io sono qui ha ottenuto diversi riconoscimenti letterari, tra cui il William C. Morris Award dell'American Library Association nel 2016 come Miglior romanzo di debutto per ragazzi del 2015 [4] e il Deutscher Jugendliteraturpreis nel 2017[5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Non so chi sei ma io sono qui (Simon vs. the Homo Sapiens Agenda, 2015), Milano, Mondadori, 2016 traduzione di Tiziana Lo Porto ISBN 978-88-04-66303-4.
  • The Upside of Unrequited (2017)
  • Leah on the Offbeat (2018)

Scritto a quattro mani con Adam Silvera:

  • What If It's Us (Ottobre 2018)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scheda dell'autrice, su goodreads.com. URL consultato il 31 maggio 2018.
  2. ^ (EN) Becky Albertalli, My inspiration: Becky Albertalli on Jaclyn Moriarty, su theguardian.com, 5 maggio 2015accesso=23 maggio 2018.
  3. ^ (EN) Carson Blackwelder, Becky Albertalli On Writing 'Simon Vs. The Homo Sapien Agenda,' And How She Feels Seeing Her Work Changing Lives, su aplus.com, 29 marzo 2018. URL consultato il 31 maggio 2018.
  4. ^ (EN) 'Simon vs. the Homo Sapiens Agenda' wins 2016 William C. Morris Award, su ala.org, 11 gennaio 2016. URL consultato il 31 maggio 2018.
  5. ^ (DE) Nur drei Worte, su djlp.jugendliteratur.org. URL consultato il 31 maggio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN309821961 · ISNI (EN0000 0004 3609 124X · GND (DE1092202749