Beatrice di Savoia (?-1292)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Beatrice di Savoia (... – 1292) fu signora di Villena.

Era figlia di Amedeo IV, conte di Savoia e della seconda moglie di questi, Cecilia del Balzo (†1275)

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la morte del padre, avvenuta nel 1253, ricevette come eredità una somma in denaro.[1] Morto nel 1263 il fratello conte Bonifacio, divenuto conte di Savoia all'età di circa dieci anni sotto la reggenza dello zio Tommaso, gli succedette lo zio Pietro. Questa successione era determinata dalla legge salica, che non ammetteva la successione in linea femminile e che fu contestata dalle sorelle di Bonifacio. Alla morte di Pietro Beatrice dovette rinunciare alle sue pretese sulla contea di Savoia a favore di Filippo I di Savoia in cambio di beni (un atto dell'11 agosto 1266 a firma di papa Clemente IV parla di proprietà donate alla nipote B del conte Filippo, riferendosi con tutta probabilità a Beatrice).[2]

Beatrice venne inizialmente promessa sposa a Giacomo II di Maiorca, secondo figlio di Giacomo I di Aragona, ma l'11 agosto 1266 il patto di fidanzamento venne sciolto.[3]

Il 21 ottobre 1268 Beatrice andò sposa a Pietro di Chalon, Signore di Châtelbelin. Pietro assegno alla moglie alcuni beni nel 1269[4] e nel 1272 la lasciò vedova, senza che la coppia avesse avuto figli.

Nel 1274 Beatrice si risposò con Manuele, principe castigliano, figlio di Ferdinando III di Castiglia e signore di Villena, Escalona e Peñafiel[5]

Dalla coppia nacque, nel maggio 1282 ad Escalona, Giovanni Manuele, che alla morte del padre, avvenuta ad un anno dalla sua nascita, ne ereditò i titoli. Beatrice si prese cura del figlio fino alla propria morte, avvenuta nove anni dopo, e Giovanni Manuele passò sotto la tutela dello zio, Sancho IV di Castiglia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Wurstenberger (1858), Vol. IV, 331, p. 171.
  2. ^ State Archives, volume 104, page 23-26, fascicules 16.1, 2 and 3, and Wurstenberger (1858), Vol. IV, 745, p. 427.
  3. ^ SAVOY, Medieval Lands
  4. ^ State Archives, volume 102, page 10, fascicule 1.
  5. ^ Castile