Be'lakor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Be'lakor
UniversoWarhammer Fantasy Battle
SessoMaschio
ProfessionePrincipe demone

Be'lakor è un Principe Demone del mondo di Warhammer Fantasy Battle. Egli è forse il più oscuro dei Principi Demoni e la sua figura è conosciuta ovunque nel nord dell'Impero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Una volta Be'lakor era un grande Condottiero del Caos e godeva del favore degli Dei Oscuri, tanto che arrivò a diventare il primo dei Principi Demone. Egli però divenne troppo egoista e cominciò a declamare le sue lodi a tal punto che si disse pronto a sconfiggere gli stessi Quattro Dei del Caos. Il Dio Tzeentch non gradì troppo le sue parole e lo sfidò a duello. In palio ci sarebbe stata la possibilità di rimanere nel mondo dei Mortali. Nonostante l'eccezionale abilità di Be'lakor, il Dio del Mutamento era troppo forte per lui ed egli perse ogni possibilità di restare nel mondo dei vivi. Per beffarlo ulteriormente, Tzeentch lo dichiarò Araldo degli Dei e gli diede la possibilità di incoronare il Condottiero del Caos che fosse stato più forte, dandogli ciò che Be'lakor stesso bramava: la Corona del Dominio. Quindi Be'lakor stesso dovette comparire nel mondo dei mortali solo per incoronare il Prescelto degli Dei, servirlo e poi scomparire alla sua caduta. Il primo incoronato fu Morkar, che venne però abbattuto da Sigmar durante le sue guerre contro i Pelleverde. Il secondo prescelto fu il Capopredone Avasar Kul che condusse le sue schiere a Kislev, ridusse Praag ad una massa fumante di rovine e concluse il suo tragitto a Kislev stessa, travolto dalle schiere dei Nani, dei Kisleviti e dell'Impero condotte da Magnus il Pio; a quel punto però Be'lakor scoprì come liberarsi della sua maledizione: s'impossessò del corpo del defunto Avasar Kul nelle rovine maledette di Mordheim e pensò di poter assaltare l'Impero da lì. Ma presto scoprì perché gli Dei non avevano cercato di fermarlo: il suo corpo perdeva forza ogni volta che cercava di uscire dalle rovine. Roso dalla rabbia, Be'lakor tornò nel mondo dei Demoni e vi tornò solo per l'incoronazione di Archaon, quando finalmente riuscì a liberarsi della sua maledizione. Quindi raccolse una grande legione di Demoni dei Quattro Poteri e si diresse a sud, sulla scia dell'Orda di Archaon. Qui giunse sul campo di battaglia dove il Dominatore della Fine dei Tempi e il Gran Teogonista Volkmar il Tetro si erano battuti, raggiunse il cadavere del prete e lo risvegliò con i suoi maligni poteri. Poi lo affisse al proprio stendardo personale, per dimostrare la sua superiorità su Archaon. Venne attaccato però dagli Alti Elfi agli ordini dell'Arcimago Teclis e dei Bretoniani agli ordini di Re Louen Cuordileone che riuscirono a liberare il capo della Chiesa di Sigmar. In quella battaglia Be'lakor fu bandito dal mondo mortale da un potente incantesimo di Teclis e i Bretoniani fecero a pezzi la sua grande Legione.

Fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy