Bdellio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bdellio

Lo bdèllio (dal lat. bdellium, gr. βδὲλλιον, termine di origine semitica) è una gommoresina.

Allo stato naturale si presenta sotto forma di grosse lacrime sferoidali, rossastre o rosso-brune, dall'odore aromatico simile a quello della mirra (prodotta per lo più a partire dalla Commiphora myrrha) e dal sapore molto amaro. Si ricava da varie specie di piante appartenenti ai generi Commiphora e Burseracee (africane e asiatiche).

Lo bdèllio trova applicazione in ambito medico e profumiero. Nel primo caso è utilizzabile per realizzare amari, tonici e astringenti, ma anche impiastri e cerotti. Nel secondo caso può essere utilizzato come sofisticante della mirra. Viene citato anche nell'Antico Testamento [1] e faceva parte dei vari aromata commercializzati dai Sabei fin dal II millennio a.C.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi Genesi 2:12 e Numeri 11:7.
  2. ^ Patricia Crone, Meccan Trade and the Rise of Islam, Princeton, Princeton University Press, 1987, pp. 13 e 67-70.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]