Battletoads

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battletoads
Sviluppo Rare, Arc System Works, Mindscape
Pubblicazione Tradewest, SEGA, Mindscape
Data di pubblicazione NES:
Giappone 20 dicembre 1991
Flags of Canada and the United States.svg giugno 1991
Zona PAL 18 febbraio 1993

Amiga:
Zona PAL 1992
Sega Mega Drive:
Giappone 26 marzo 1993
Flags of Canada and the United States.svg dicembre 1992
Zona PAL 26 marzo 1993
Game Boy:
Flags of Canada and the United States.svg giugno 1993
Zona PAL 1993

Game Gear:
Giappone 14 gennaio 1994
Flags of Canada and the United States.svg 1993
Flag of Europe.svg 1993
Genere Picchiaduro a scorrimento
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Nintendo Entertainment System, Amiga, Sega Mega Drive, Game Boy, Game Gear, Amiga CD32
Supporto Cartuccia
Periferiche di input Joystick, gamepad
Seguito da Battletoads in Battlemaniacs

Battletoads (バトルトード?) è un videogioco picchiaduro a scorrimento sviluppato nel 1991 da Rare per Nintendo Entertainment System. Convertito da Mindscape per Amiga e da SEGA per Mega Drive e Game Gear, il videogioco ha inoltre ricevuto una versione per Game Boy, dal titolo Battletoads in Ragnarok's World.

Il videogioco, basato sulle meccaniche di Double Dragon, è ricordato per la sua elevata difficoltà e per essere stato uno degli ultimi titoli di successo pubblicati per il NES.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco vede come protagonisti tre rane antropomorfe, ispirate alle Tartarughe Ninja[1].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco presenta alcune caratteristiche dei beat 'em up quali Double Dragon e Golden Axe.

Serie[modifica | modifica wikitesto]

Battletoads ha ricevuto alcuni sequel per diverse piattaforme:

Nel 2011 è circolato un prototipo di Battletoads per Game Boy Advance, sviluppato da Rare e mai pubblicato.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Levi Buchanan, Battletoads Retrospective su IGN.com, 13 gennaio 2009. URL consultato il 28 marzo 2015.
  2. ^ (EN) Battletoads [GBA – Proto / Cancelled]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Eric Provenza, Battletoads su Hardcore Gaming 101, 2 marzo 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi