Battletoads

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battletoads
videogioco
Piattaforma Nintendo Entertainment System, Amiga, Sega Mega Drive, Game Boy, Game Gear, Amiga CD32, Xbox One
Data di pubblicazione NES:
Giappone 20 dicembre 1991
Flags of Canada and the United States.svg giugno 1991
Zona PAL 18 febbraio 1993

Amiga:
Zona PAL 1992
Sega Mega Drive:
Giappone 26 marzo 1993
Flags of Canada and the United States.svg dicembre 1992
Zona PAL 26 marzo 1993
Game Boy:
Flags of Canada and the United States.svg giugno 1993
Zona PAL 1993

Game Gear:
Giappone 14 gennaio 1994
Flags of Canada and the United States.svg 1993
Flag of Europe.svg 1993
Genere Picchiaduro a scorrimento
Sviluppo Rare, Arc System Works, Mindscape
Pubblicazione Tradewest, SEGA, Mindscape
Modalità di gioco Giocatore singolo
Periferiche di input Joystick, gamepad
Supporto Cartuccia
Seguito da Battletoads in Battlemaniacs

Battletoads (バトルトード?) è un videogioco picchiaduro a scorrimento sviluppato nel 1991 da Rare per Nintendo Entertainment System. Convertito da Mindscape per Amiga e da SEGA per Mega Drive e Game Gear, il videogioco ha inoltre ricevuto una versione per Game Boy, dal titolo Battletoads in Ragnarok's World, ed è incluso nella raccolta Rare Replay per Xbox One.

Il videogioco, basato sulle meccaniche di Double Dragon, è ricordato per la sua elevata difficoltà e per essere stato uno degli ultimi titoli di successo pubblicati per il NES.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco vede come protagonisti tre rane antropomorfe, ispirate alle Tartarughe Ninja[1].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco presenta alcune caratteristiche dei beat 'em up quali Double Dragon e Golden Axe.

Serie[modifica | modifica wikitesto]

Battletoads ha ricevuto alcuni sequel per diverse piattaforme:

Nel 2011 è circolato un prototipo di Battletoads per Game Boy Advance, sviluppato da Rare e mai pubblicato.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Levi Buchanan, Battletoads Retrospective, su IGN.com, 13 gennaio 2009. URL consultato il 28 marzo 2015.
  2. ^ (EN) Battletoads [GBA – Proto / Cancelled]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Eric Provenza, Battletoads, su Hardcore Gaming 101, 2 marzo 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi