Battlefield V

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Battlefield V
videogioco
Battlefield v official logo.png
Logo del gioco
PiattaformaPlayStation 4, Xbox One, Microsoft Windows
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 20 novembre 2018
GenereSparatutto in prima persona
TemaSeconda guerra mondiale
OrigineSvezia
SviluppoDigital Illusions Creative Entertainment
PubblicazioneElectronic Arts
DirezioneMauro Modugno, Oskar Gabrielson
ProduzioneAleksander Grøndal, Andreas Morell, David Sirland, Lars Gustavsson, Ryan McArthur
DesignDaniel Berlin, Nathalie Ek, Ross Darvill
Direzione artisticaCarlos Villarreal Kwasek, Conny Bergqvist, Fabien Christin, Joakim Stigsson
MusichePatrik Andrén, Johan Söderqvist
SerieBattlefield
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore, battleroyale
Motore graficoFrostbite Engine 3
SupportoDVD, Blu-ray Disc, download
Distribuzione digitaleOrigin, PlayStation Network, Xbox Live
Fascia di etàESRBM · PEGI: 16/18
Preceduto daBattlefield 1

Battlefield V è uno sparatutto in prima persona, sviluppato da Digital Illusions Creative Entertainment (DICE) e pubblicato da Electronic Arts. È il sedicesimo capitolo della serie Battlefield. Il gioco è uscito per Microsoft Windows, PlayStation 4 e Xbox One il 20 novembre 2018.[1] Il gioco continuerà il filone storico del suo precursore Battlefield 1, concentrandosi e basandosi sulle ambientazioni e vicende della seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La campagna di Battlefield V, denominata "Storie di guerra", utilizza lo stesso sistema di Battlefield 1. Infatti, gli sviluppatori hanno annunciato che il giocatore non giocherà una campagna lineare con un singolo personaggio, come nei titoli precedenti della saga, ma una moltitudine di personaggi di fazioni diverse.

La campagna è composta da quattro storie, tre delle quali già disponibili al momento del lancio: "Nordlys" si svolge dal punto di vista di un combattente della resistenza norvegese che prende parte al sabotaggio del programma nucleare tedesco, "Tirailleur" racconta la storia di un tiratore senegalese durante l'operazione Dragoon, e "Under No Flag" mette il giocatore nei panni di Billy Bridger, un ladro di banche e un esperto di esplosivi arruolato nel servizio speciale per prendere parte all'operazione Albumen. Una quarta campagna, "The Last Tiger", è stata rilasciata il 5 dicembre 2018, che racconta le lotte di un equipaggio tedesco di carri armati Tiger I durante la Ruhr Pocket negli ultimi giorni della guerra.

Multigiocatore[modifica | modifica wikitesto]

Una delle modifiche più consistenti è la rimozione del servizio di Premium Pass, servizio a pagamento disponibile fin da Battlefield 3. Questa scelta da parte degli sviluppatori è stata dovuta alle continue lamentele dei giocatori riguardante questo servizio.[2] Anche le squadre vengono modificate, passando da 5 a 4 giocatori, come avvenne fino a Battlefield 3.

Classi[modifica | modifica wikitesto]

Le classi sono le stesse presenti dei titoli precedenti, con piccole differenze nello stile di gioco delle stesse:

  • Assalto: I soldati in prima linea usano fucili d'assalto o fucili semiautomatici: i primi adatti a scontri dalla ridotta alla media distanza, i secondi dalla media alla lunga, dispongono inoltre di armi e mine anticarro.
  • Medico: Truppe con mitragliette adatte allo scontro ravvicinato che possono rianimare rapidamente e curare i propri alleati, oltre che a lanciare granate fumogene.
  • Supporto: Soldati armati di mitragliatrici leggere con grandi caricatori utili per il fuoco di soppressione da qualsiasi distanza. Forniscono munizioni e possono riparare veicoli.
  • Scout: I tiratori scelti utilizzano fucili di precisione principalmente bolt-action, colpiscono naturalmente dalla lunga distanza con grande precisione e possono disporre di razzi segnalatori in grado rilevare nemici sulla mappa.

Armi disponibili[modifica | modifica wikitesto]

Le armi disponibili sono divise in diverse categorie:

Mappe[modifica | modifica wikitesto]

Le ambientazioni di Battlefield V sono state suddivise in base ai ''Teatri'' dei Venti di Guerra:

Gioco base[modifica | modifica wikitesto]

La Caduta dell'Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • Mercury: Mappa ambientata nella Battaglia di Creta.
  • Halvøy: Mappa della modalità Tempesta di Fuoco ambientata in un fiordo della Norvegia.
  • Marita: Mappa ambientata nelle montagne greche
  • Provence:Mappa ambientata nella Provenza.
  • Al Sundan:mappa ambientata nella storia di guerra Sotto Nessuna Bandiera
  • Isole Lofoten:isole ambientate nel mare del nord.
  • Operazione Underground: remake di Operazione Metro di Battlefield 3.

Risvegliando il Gigante

Veicoli[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

DICE ha svelato i primi dettagli su Battlefield V il 23 maggio 2018, con ulteriori informazioni svelate durante la conferenza stampa di EA Games all'E3 2018 a giugno. DICE ha dichiarato che, a differenza di Battlefield 1, non prevede di utilizzare contenuti scaricabili a pagamento; nuovi contenuti saranno aggiunti al gioco per tutti i giocatori nel corso del tempo (che, a sua volta, progredirà attraverso le diverse fasi della Seconda Guerra Mondiale), senza costi aggiuntivi.[4][5] La decisione di escludere queste caratteristiche è stata presa dopo l'indignazione dei giocatori che si era scatenata sul sistema di bottino in Star Wars Battlefront II, un altro titolo EA DICE.[6] Dal 4 settembre è stata rilasciata una prima beta esclusiva per alcuni giocatori, per poi il 6 settembre 2018 lanciare la prima release beta aperta al pubblico.[7] Il gioco è stato originariamente programmato di essere distribuito il 19 ottobre, ma è stato posticipato al 20 novembre per consentire agli sviluppatori di "apportare alcune modifiche finali al gameplay principale".[8]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Metacritic, Battlefield V ha ricevuto recensioni "generalmente favorevoli" per le versioni PC e Xbox One e recensioni "miste o medie" per la versione per PlayStation 4.[9][10][11]

Data Premio Categoria Risultato Fonte
16 novembre 2018 Golden Joystick Awards Gioco più atteso Candidato [12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Electronic Arts, An Update on Battlefield V, in Electronic Arts Inc., 30 agosto 2018. URL consultato il 21 settembre 2018.
  2. ^ BATTLEFIELD 5 NON AVRÀ IL PREMIUM PASS, SUPPORTO POST-LANCIO GRATIS PER TUTTI, su everyeye.it.
  3. ^ (EN) Jon Fingas, Updated 'Battlefield V' roadmap teases Pacific theater combat, su www.engadget.com.
  4. ^ ‘Battlefield V’ Explores WWII, Launches Oct. 19 – Variety, su variety.com, 24 maggio 2018. URL consultato il 21 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2018).
  5. ^ Battlefield 5 won’t have a paid premium pass - Polygon, su polygon.com, 24 maggio 2018. URL consultato il 21 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2018).
  6. ^ Here's Our First Look At Battlefield V, Which Goes Back To WWII, su kotaku.com, 24 maggio 2018. URL consultato il 21 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2018).
  7. ^ Electronic Arts, Dettagli sull'Open Beta di Battlefield V, in Battlefield, 31 agosto 2018. URL consultato il 21 settembre 2018.
  8. ^ (EN) Battlefield 5 release date delayed to November, in pcgamer. URL consultato il 21 settembre 2018.
  9. ^ BATTLEFIELD V PC, su metacritic.com.
  10. ^ BATTLEFIELD V Xbox One, su metacritic.com.
  11. ^ BATTLEFIELD V PlayStation 4, su metacritic.com.
  12. ^ (EN) Tom Hoggins, Golden Joysticks 2018 nominees announced, voting open now, in The Telegraph, 24 settembre 2018. URL consultato il 30 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi