Battaglia di Rastarkalv

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Rastarkalv
Bautasteiner på Freidarberg.jpg
Obelisco memoriale per Egil Ullserk ed i suoi uomini che morirono nella battaglia di Rastarkalv
Data955 d.C.
Luogoisola di Frei, contea di Møre og Romsdal, Norvegia
Esitovittoria di Haakon I
Schieramenti
Forze di re Haakon IDani
Comandanti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Rastarkalv (Slaget på Rastarkalv) si svolse nel 955 sull'isola di Frei, nella contea di Møre og Romsdal, Norvegia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu una delle sette battaglie svoltesi tra gli uomini di re Haakon I di Norvegia e quelli dei figli di Erik I di Norvegia (Eiriksønnene). Dopo la morte del padre, Harald II di Norvegia ed i fratelli si allearono con re Aroldo I di Danimarca contro re Haakon. Haakon aveva messo in piedi un sistema per essere avvisato per tempo di qualsiasi flotta in arrivo. Il re fu quindi avvisato da messaggeri di Nordmøre e Stadlandet. Posizionando dieci gruppi lungo una bassa cresta, Haakon diede l'impressione che il suo esercito fosse molto più numeroso di quelle che in realtà era. Haakon riuscì a far credere ai figli di Eirik che erano in inferiorità numerica. I Dani fuggirono ma, quando tornarono alla spiaggia, scoprirono che le navi erano state spinte al largo. Haakon conquistò la vittoria ed i Dani furono sterminati dal suo esercito.[1]

Egil Ullserk, il capo degli uomini di Haakon, morì in battaglia. Anche Gamle Eirikssen, uno dei figli di Eirik, fece la stessa fine. Haakon seppellì Egil Ullserk in una nave assieme alle persone che erano morte in battaglia. Nel 1955 re Haakon VII di Norvegia visitò il comune commemorando la battaglia. C'è un importante monumento in pietra situato nei pressi della chiesa Frei in Freidarberg. È composto da un obelisco memoriale in onore di Egil Ullserk e dei suoi uomini che morirono nella battaglia di Rastarkalv.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra