Battaglia di Mortimer's Cross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Mortimer's Cross
Data 2 febbraio 1461
Luogo Wigmore
Esito Vittoria degli York
Schieramenti
Comandanti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Mortimer's Cross venne combattuta il 2 febbraio 1461 nei pressi di Wigmore, nell'Herefordshire.

Alla morte di Riccardo Plantageneto, III duca di York, a Wakefield nel dicembre precedente, la casata degli York venne guidata da Edoardo, appena diciottenne, che in seguito sarebbe stato incoronato con il titolo di Edoardo IV. Il suo primo obiettivo fu di cercare di impedire che i rinforzi guidati da Owen Tudor e da suo figlio Jasper Tudor, provenienti dal Galles, si unissero al grosso delle forze dei partigiani dei Lancaster. A questo scopo Enrico aveva raccolto truppe lungo tutto il confine con il Galles, potendo inoltre contare su diversi sostenitori gallesi alla sua causa, primo tra i quali Sir William Herbert.

La battaglia non fu particolarmente impegnativa per le forze degli York che sconfissero le armate dei Lancaster, uccidendo il loro comandante Owen Tudor, mentre suo figlio Jasper riuscì a fuggire. Furono uccisi circa 4.000 prigionieri di guerra e la vittoria spianò ad Edoardo la strada verso l'incoronazione, avvenuta l'anno successivo.

La leggenda vuole che durante la battaglia fosse apparso nel cielo un parelio, una macchia di luce frutto di un fenomeno ottico e che per questo motivo il simbolo successivo degli York diventasse proprio il sole.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]